A- A+
Sport
Gnonto fa sognare l'Italia di Mancini. Esordio boom per il "latinista del gol"
Wilfried Gnonto (Lapresse)

Gnonto, il latinista del gol fa subito un assist (a Pellegrini) all'esordio con l'Italia: 1-1 in Nations League contro la Germania

Wilfried Gnonto si prende le luci dei riflettori nella notte del pareggio di Nations League tra Italia e Germania: esordio con la maglia della Nazionale nel corso del secondo tempo per il classe 2003 dello Zurigo che ha dato l'assist a Pellegrini per il gol del momentaneo vantaggio. Una perla che impreziosisce una buona prestazione: "E' stata una settimana un po' strana ed emozionante. Il mister mi ha dato un'occasione e penso di averla sfruttata al massimo. Oggi sono qua. Ho fatto una buona partita e sono contento. Va tutto molto veloce, mi godo il momento e ogni allenamento. Essere qua è un privilegio", le parole del giovane attaccante nel post partita. 

"Devo tutto ai miei genitori - ha spiegato Willy Gnonto -.  Da quando sono piccolo fino ad ora hanno fatto tantissimi sacrifici per me e io cerco di ripagarli come posso e spero siano orgogliosi. Mi definivano il latinista del gol? Mi piaceva. Ho fatto due, tre anni di classico. Penso sia una cosa importante". Sulla sua prestazione e sull'azione che ha portato al vantaggio dell'Italia. "Sapevo che Kehrer era già ammonito, quando ho ricevuto la palla non ho pensato ad altro. Ho deciso di scartarlo e crossare, quel tipo di passaggio è il più difficile per un portiere e un difensore da intercettare. Se sei un attaccante devi fare la differenza e oggi ci sono riuscito".

Gnonto boom con l'Italia: Sterling il modello calcistico di Willy

A neanche 17 anni (nel 2020) ha avuto il coraggio di andare in Svizzera, lasciando l'Inter e nell'ultima stagione ha segnato 8 nelle 33 presenze di campionato: "A questa età bisogna giocare. Ho preso un grande rischio. Ero all'Inter, a casa mia, però ad un certo punto bisogna prendere decisione anche difficile. Per fortuna ho avuto i miei genitori e i miei procuratori che mi sono stati molto vicini". Il modello calcistico di Gnonto? "Penso che Sterling sia un giocatore di livello mondiale. E' molto duttile e determinante nelle sue giocate. E' quello che provo a fare io. Cerco di giocare in tutte le posizione d'attacco".

Italia, Pellegrini raggiunto da Kimmich: 1-1 con la Germania

Non basta un gol di Pellegrini all'Italia per battere la Germania al Dall'Ara. È Kimmich a fissare sull'1-1 il risultato della partita d'esordio nel Gruppo 3 di Nations League che vede sorprendentemente l'Ungheria in testa. L'umiliazione di Wembley con l'Argentina accelera il piano di rivoluzione, Mancini conferma solo Donnarumma dal 1' e lancia Frattesi. Sono solo cinque invece i reduci dell'Europeo in campo: oltre al portiere, spazio anche a Florenzi, Acerbi, Bastoni e Cristante.
Tutto nuovo il tridente d'attacco con Pellegrini e Politano ai lati di Scamacca. Poche occasioni nel corso della prima mezz'ora con il pubblico del Dall'Ara che si infiamma per un doppio tunnel di Pellegrini su Kimmich e Goretzka e poco altro. Al 35' la prima grande occasione degli azzurri: Scamacca sbaglia un colpo di tacco ma riesce a liberarsi di Rudiger e a lasciar partire un destro da fuori area che termina la corsa sul palo esterno.

Italia, esordio da sogno per Gnonto: assist per il gol di Pellegrini

Al 39' la risposta della Germania con un'azione insistita in area che porta al tiro a botta sicura di Gnabry che ha tutta lo specchio a disposizione ma spara alto. Col passare dei minuti crescono i singoli: Tonali e Scamacca su tutti. Ad inizio ripresa Italia subito pericolosa: Politano crossa dalla destra, Scamacca anticipa Sule ma di testa non riesce a trovare la porta. Poco dopo l'attaccante del Sassuolo ci riprova con una rovesciata in area ma Neuer è attento e blocca. Al 65' Politano dà forfait dopo una botta, Mancini dà spazio al giovane Gnonto. Ed è proprio l'esterno dello Zurigo a dare la scossa: dribbling sulla destra, cross al centro e tocco sotto porta di Pellegrini per l'1-0. Ma la gioia del vantaggio dura poco. Merito di Kimmich che al 73' esce vincitore di una mischia in area su cross di Hofmann e supera Donnarumma con un mancino potente e preciso per il definitivo 1-1. 

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    germaniagnontoitalia




    in evidenza
    Lavoro forzato al capolinea: c'è il divieto Ue di vendere merce prodotta con lo sfruttamento

    Politica

    Lavoro forzato al capolinea: c'è il divieto Ue di vendere merce prodotta con lo sfruttamento

    
    in vetrina
    Djokovic re del tennis e del vino: "Produciamo syrah e chardonnay"

    Djokovic re del tennis e del vino: "Produciamo syrah e chardonnay"


    motori
    Citroen nuovo Berlingo, nato per facilitare la vita quotidiana

    Citroen nuovo Berlingo, nato per facilitare la vita quotidiana

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.