A- A+
Sport
Inter, Mancini: "Stagione negativa, volevo la Champions. E Shaqiri.."

"Per l'Europa purtroppo non dipende piu' da noi, ci vogliono delle ottime prestazioni nostre con tante vittorie e che quelle davanti cedano dei punti da qua alla fine. Questa settimana sara' importante in questo senso". Roberto Mancini non se la sente di fissare percentuali su quelle che sono le chance nerazzurre di qualificarsi per l'Europa League e resta concentrato sulla gara infrasettimanale. "Non e' una partita cosi' scontata, non e' scontato che si vinca a Udine, bisognera' fare una grande partita. L'Udinese vista contro il Milan e' in netta ripresa, ha giocatori bravi e un allenatore che conosce benissimo Inter", avverte il tecnico jesino. Ma i nerazzurri stanno vivendo un ottimo momento, con 7 punti nelle ultime 3 uscite e prestazioni piu' convincenti.

"La squadra gia' da qualche tempo ha cambiato qualcosa e lo si vede anche se poi il risultato ci fa pensare in modo diverso - spiega - La quadratura del cerchio la trovi quando hai una squadra che gioca e vince anche cambiando qualche giocatore e non siamo ancora a questo punto, ma la squadra e' migliorata, anche quando ha fatto partite brutte. In quei momenti bisogna capire che c'e' qualcosa di buono e non e' tutto brutto. La squadra ha dei limiti, fa degli errori, ma li feremo anche nelle prossime partite e continueremo a lavorare. L'idea di gioco deve essere quella di una squadra che deve giocare per vincere ovunque".

Mancini difende ancora una volta Shaqiri, finito in un cono d'ombra dopo un buon inizio di avventura con la maglia dell'Inter: "Il vizio in Italia è che si vuole tutto e subito, senza pazienza. Shaqiri ha qualità eccellenti, ci vuole tempo per integrarsi. Lui come Podolski". Non esclude per Kovacic un futuro alla Pirlo: "Mateo ha tante qualità. Può diventare un grande calciatore. Voi mi chiedete sempre se sarà in futuro un nuovo Pirlo. Può essere, ma la strada è lunga".

Conferma per se' l'autobocciatura anche in caso di Europa League: "Pensavo di arrivare fra i primi tre, anche se sapevo che sarebbe stata difficile, per cui non cambia il giudizio negativo sulla mia parte di stagione". Mancini ha visionato Dybala: "Non solo lui. Ho visto Vazquez, ne ho visti altri. Guardiamo i giocatori che possono avere un grande futuro. C'è anche Mauri del Parma, guardiamo un po' ovunque". Sul calcio violento: "Anche in Inghilterra, anche se meno frequentemente, succede e quando accade in 24 ore la polizia arresta un po' di persone. Lo fanno vedere anche in diretta tv. Se non facciamo qualcosa, dopo anni di parole... Una partita è una partita, non serve per altre cose, bisogna prendere provvedimenti seri una volte e per tutte altrimenti succederà ancora. Tutti dobbiamo farlo".

Tags:
intermancinieuropashaqiri
in evidenza
Hannibal e un maggio bollente Temperature choc fino a 51 gradi

Previsioni meteo

Hannibal e un maggio bollente
Temperature choc fino a 51 gradi

i più visti
in vetrina
Pnrr e opportunità per le Pmi CorporateCredit, l'intervista al Ceo Giordano Guerrieri

Pnrr e opportunità per le Pmi
CorporateCredit, l'intervista al Ceo Giordano Guerrieri


casa, immobiliare
motori
A luglio nei concessionari la nuova Mercedes Classe T

A luglio nei concessionari la nuova Mercedes Classe T


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.