A- A+
Sport
Nazionale: come sarà l'home kit dell'Italia nel 2023, con adidas
Paolo Rossi griffato adidas e Jorginho con l'ultima casacca Puma

Italia: nel 2023 comincia la partnership con adidas, come sarà il nuovo look?

Ha perfettamente ragione Marco Mueller, Senior Head of Product Line Management Teamsport Apparel di Puma. "Le maglie da calcio fanno parte della cultura italiana. Lo stile, la moda, la storia sono i punti fermi di una maglia dell'Italia", ha dichiarato in occasione della presentazione del nuovo home kit della nazionale azzurra, che debutta il 1 giugno a Wembley contro l’Argentina.

maglia italia 2022
 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Le peculiari regole del marketing sportivo

Innovazione e storia del calcio che si incrociano, rappresentando significati che vanno ben oltre l’effimero look dei nostri campioni. Le maglie delle squadre sono simboli, bandiere, rappresentanti della nostra identità che sfuggono a ogni regola del marketing, perché per averle siamo disposti a spendere qualunque cifra, seguendo il cuore e non il cervello, al quale sono invece evidenti certi trucchetti di restyling finalizzati solo a massimizzare i ricavi, talvolta con terze e quarte maglie imbarazzanti, perché totalmente avulse da quella cultura calcistica di cui sono invece un prodotto.

Salvo clamorose sorprese, la nuova maglia suddivisa in quattro quarti, con diverse tonalità di azzurro, sarà anche l’ultima della lunga partnership tra Figc e Puma, iniziata nel 2004 e che si è fregiata di due successi storici quali i mondiali 2006 e gli europei 2021. Dal 2023 toccherà ad adidas, rivale storica di Puma: i fondatori delle due aziende sono i due fratelli tedeschi Adolf detto “Adi” e Rudolf Dassler, la cui rottura ha dato vita a un “derby” tuttora molto sentito. Un esempio classico di questa rivalità venne dato dalla storica maglia che adidas realizzò per l’Olanda ai mondiali 1974: Cruyff era testimonial Puma, per cui la sua mitica 14 venne cucita con sole due righe sulle maniche, al posto delle classiche tre, per evitargli di “passare dalla parte del nemico”.

 

johan cruyff 3

 

 

 

Proprio il tipico design adidas, con le tre iconiche righe sulle spalle, fa pensare a un ritorno a un design più minimal. L’azienda tedesca è già stata sponsor tecnico degli azzurri tra il 1974 e il 1978, ma il suo tipico logo non comparve mai su maglie e pantaloncini, limitandosi alle tre strisce sui calzettoni. Certo, quelli erano anni molto diversi in quanto a marketing sportivo e, nonappena annunciato l’accordo, in Rete c’è stato un autentico diluvio di proposte grafiche, alcune molto disruptive

adidas italia 70 museo del calcioL'Italia anni '70 griffata adidas (da Museo del calcio)
 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Quando adidas esce dai suoi binari classici, produce design altrettanto significativi, come ad esempio le divise che accompagnarono la Germania al successo nei mondiali del ‘90 (e poi replicate graficamente nel 2018) e la Francia a quelli del ’98 (riproponendo lo stile del successo agli Europei ‘84). Curiosamente, entrambe le soluzioni grafiche sono già state replicate sulle maglie azzurre: quella della Nazionale Cantanti, che vi si è dichiaratamente ispirata per le sue divise.

 

zinedine zidaneLa Francia campione del mondo 1998
 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Un altro esempio molto interessante è dato dal kit realizzato per la nazionale azzurra di rugby, che nel 2014 sfoggiava il tricolore sulle classiche tre righe di casa adidas, abbinate allo sfondo azzurro. Una soluzione che, tra le molte possibili, potrebbe rappresentare quella ideale anche per la prossima nazionale di Mancini, che pur essendo reduce dal trionfo azzurro deve far dimenticare due mancate qualificazioni ai mondiali (e due eliminazioni al primo turno). È ora di voltare pagina e anche il look in certi casi aiuta.

 

italia rugby 2014
 
Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    adidasnazionale




    in evidenza
    La sua prima volta senza la Formula 1? Cos'ha fatto la star di Sky Sport

    Nostalgia Masolin

    La sua prima volta senza la Formula 1? Cos'ha fatto la star di Sky Sport

    
    in vetrina
    Dal “quanto mi armi” di Zelensky a Salvini come Geolier: i meme più divertenti

    Dal “quanto mi armi” di Zelensky a Salvini come Geolier: i meme più divertenti


    motori
    Škoda Enyaq 2024: potenza, ricarica rapida, autonomia estesa, eco-friendly

    Škoda Enyaq 2024: potenza, ricarica rapida, autonomia estesa, eco-friendly

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.