A- A+
Sport
Shields trascina l'Olimpia Milano: espugnata Bologna nella sfida scudetto
Shavon Shields (foto Ipa)

Olimpia Milano, l'analisi di Ettore Messina e Datome dopo la vittoria contro la Virtus Bologna

Ettore Messina analizza la vittoria in gara 1 delle finali scudetto dell'Olimpia Milano sul campo della Virtus Bologna. “E’ stata una partita molto dura, equilibrata, con percentuali basse, ma noi credo che abbiamo avuto la solidità per stare sempre davanti e così abbiamo anche vinto, anche se è stata soltato una partita di una serie che potrebbe diventare molto lunga”, le parole del coach. Gigi Datome sottolinea: “Non è stata una partita bellissima, ma è stata molto intensa, in campo avevo avuto la sensazione che avessimo fatto molto bene a rimbalzo e così è stato. Credo che sia stato fondamentale eseguire il piano partita, nel primo tempo abbiamo costruito tanti buoni tiri che non sono entrati però abbiamo mantenuto la fiducia per continuare a prenderli. Così abbiamo vinto, ma è solo la prima. Specie sotto canestro è stata durissima, quello che adesso non dobbiamo fare è essere soddisfatti di averne vinta una qui. Anche venerdì dovremo andare in campo arrabbiati, tesi e decisi a ripetere una gara di questa intensità. Tecnicamente invece c’è tanto che possiamo ripulire e migliorare. Ma ripeto è solo una partita”.

Olimpia Milano Ettore Messina Gianmarco PozzeccoEttore Messina e Gianmarco Pozzecco (foto Ipa)
 

Olimpia Milano passa a Bologna: Virtus ko in gara 1 della finali scudetto. Shields mvp

L'Olimpia Milano batte 66-62 la Virtus Bologna e si aggiudica Gara 1 delle finali scudetto di Serie A. Successo pesante per la squadra di coach Ettore Messina, che espugna subito il campo degli uomini di Sergio Scariolo, alla prima sconfitta casalinga del campionato dopo 19 vittorie consecutive. Mattatore del match Shavon Shields, autore di 18 punti seguito da Datome (13) e Hines (10 e 10 rimbalzi). Agli emiliani invece non bastano i 16 punti di Teodosic. Venerdì Gara 2 sempre a Bologna.

Passano appena 78 secondi e la Virtus rischia subito di perdere proprio Teodosic per una distorsione alla caviglia destra, causata da un contatto in ricaduta sui piedi di Shields dopo un tentativo da lontano. Il serbo esce lasciando tutti in apprensione, ma fortunatamente torna in campo dopo pochi minuti.

I problemi fisici per i bianconeri, però, proseguono anche nel finale di primo quarto, con Shengelia costretto al cambio per un problema all'avambraccio destro (rientrerà anche lui con vistosa fasciatura). Per quanto riguarda le questioni di campo, invece, tanta intensità ma mani fredde sia da una parte che dall'altra: le V Nere tirano con il 23.5%, i biancorossi con il 28.6% trovando 8 punti dei 13 totali con Hines, assistito sempre da un ispirato Rodriguez.

La sagra dell'errore continua anche nel secondo periodo, con le due squadre che sbagliano anche qualche tiro libero, arrivando entrambe all'intervallo sotto al 30% dal campo e sul 28-27 in favore dell'Olimpia.

Al rientro dagli spogliatoi la squadra di coach Messina parte in quinta marcia, piazzando un parziale di 11-0 che vale il +13 grazie alle giocate di Shields e Datome. Bologna prova a restare in partita, ma per l'inizio dell'ultimo quarto si ritrova comunque con 10 punti da recuperare, provando ad alzare subito l'intensita' per limare il distacco. Ci pensa Teodosic a riportare i suoi a -5, Datome però ha altri piani e con una bomba pesante risponde dall'altra parte.

La Virtus non ci sta, costringe Milano ad oltre tre minuti senza canestri, e con i muscoli di Shengelia si riporta in pochi istanti a due sole lunghezze di distanza. Hackett sbaglia i due liberi del possibile pareggio, mentre l'Olimpia dall'altra parte riesce a sbloccarsi e riprendersi un piccolo vantaggio da gestire fino alla sirena finale.  

Venerdì 10 giugno alle 21 sempre a Bologna gara 2 tra Virtus e Olimpia Milano, prima della doppia sfida al Mediolanum Forum di Assago in programma domenica 12 e martedì 14 giugno alle 20,30.

Leggi anche: 

Governo, crisi sulle armi a Kiev? 21 giugno data chiave. Conte e Salvini...

Draghi sempre più anti cinese: golden power sulla cessione di Robox

"Il Papa lascia? Non si può escludere. Dopo Ratzinger, dimissioni possibili"

Salario minimo, Bombardieri (Uil): "Attenzione a non indebolire i contratti"

Donnet ad Affari: “Chi gestisce Generali ha una grande responsabilità"

Come risolvere l'annoso problema delle carceri

Lista di proscrizione, Orsini: denuncio Corriere della Sera per diffamazione. VIDEO

Intesa Sanpaolo premia la crescita sostenibile al Salone del Mobile

BPER e Wecity accendono la sfida per la mobilità sostenibile

Pulsee, NFP è la prima collezione di NFT a impatto zero

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    olimpia milanoshields




    in evidenza
    Lavoro forzato al capolinea: c'è il divieto Ue di vendere merce prodotta con lo sfruttamento

    Politica

    Lavoro forzato al capolinea: c'è il divieto Ue di vendere merce prodotta con lo sfruttamento

    
    in vetrina
    Djokovic re del tennis e del vino: "Produciamo syrah e chardonnay"

    Djokovic re del tennis e del vino: "Produciamo syrah e chardonnay"


    motori
    Citroen nuovo Berlingo, nato per facilitare la vita quotidiana

    Citroen nuovo Berlingo, nato per facilitare la vita quotidiana

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.