I blog riportano opinioni degli autori e non necessariamente notizie, in ossequio al pluralismo che caratterizza la nostra Testata.
A- A+
Imprese e Professioni
Grownnectia fa il suo ingresso nel capitale della startup Miomeal

Grownnectia fa il suo ingresso nel capitale di Miomeal, la startup del mangiare sano a domicilio.  Un altro tassello si aggiunge al progetto di Grownnectia nella creazione di un portafoglio di investimenti ad alto potenziale. Dopo aver iniziato nel 2019, investendo in realtà promettenti, Grownnectia e il suo CEO Massimo Ciaglia non si sono più fermati, sostenendo aziende e startup in diversi ambiti, dall’insurtech al digitale.

Foto Massimo CiagliaMassimo Ciaglia

Il food delivery

Grownnectia questa volta ha voluto puntare sul food delivery, facendo il suo ingresso nel capitale sociale di una startup uscita direttamente dai propri programmi di accelerazione: si tratta di Miomeal, una startup innovativa del mangiare sano a domicilio. Un settore, quest’ultimo, che ha ricevuto una forte spinta in un periodo di crisi causato dalla pandemia e dall’impossibilità di spostamenti. L’intuizione dei due founder di Miomeal, Marco Coscarella e Alessandro Tamborra è stata quella di fornire una soluzione pratica, veloce e allo stesso tempo salutare, a chi come loro voleva dedicare più tempo a se stessi e al lavoro senza rinunciare al proprio benessere. Ed è nata così l’idea di creare dei pasti completi e bilanciati, che grazie ad una tecnologia avanzata di termo-sigillazione sottovuoto si conservano fino a 15 giorni, da ricevere comodamente a casa propria in tutta Italia ogni martedì e da gustare ovunque si voglia.

Sostenibilità e ambiente

Non soltanto infatti i prodotti utilizzati sono freschi, di alta qualità e stagionali, ma anche le confezioni sono pensate con un occhio di riguardo alla sostenibilità e all’ambiente. La quantità di cibo al loro interno è ideale per sentirsi sazi, senza sprechi, e il packaging è completamente riciclabile. Miomeal è anche stata selezionata tra le 50 startup più innovative d’Italia del 2019, a testimonianza di quanto la vision e la mission dell’azienda siano all’avanguardia. L’obiettivo è stato quello di creare una vera e propria cucina “in cloud” per privati e aziende. Sono queste le realtà imprenditoriali su cui tutto il settore imprenditoriale italiano dovrà puntare, startup caratterizzate da forte innovazione e sostenibilità. Un messaggio che hanno compreso subito i numerosi investitori che hanno colto l’occasione di entrare a far parte del capitale di Grownnectia, come gli imprenditori Marco Bacini, Luigi Foscale, Paolo Cabassi, Francesco Osti solo per citarne alcuni, attraverso la campagna di crowdfunding che peraltro continuerà fino al 24 Gennaio 2021 sulla piattaforma Backtowork.
Per saperne di più sul crowdfunding cliccate qui.

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    grownnectiacapitalestartupmiomealmassimo ciagliamarco coscarellaalessandro tamborramarco baciniluigi foscalepaolo cabassifrancesco osti
    in evidenza
    Ognissanti, caldo quasi estivo Alta pressione da Nord a Sud

    L'inverno è lontano

    Ognissanti, caldo quasi estivo
    Alta pressione da Nord a Sud

    i più visti
    in vetrina
    Ferrovie dello Stato, al via un nuovo modello per cantieri più sostenibili

    Ferrovie dello Stato, al via un nuovo modello per cantieri più sostenibili


    casa, immobiliare
    motori
    Nuovo Nissan Townstar, disponibile con motore benzina o 100% elettrico

    Nuovo Nissan Townstar, disponibile con motore benzina o 100% elettrico


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.