I blog riportano opinioni degli autori e non necessariamente notizie, in ossequio al pluralismo che caratterizza la nostra Testata.
A- A+
Imprese e Professioni
L’Intelligenza Artificiale può aiutarci a salvare le imprese?

Crisi, impresa e programmazione 

L’intelligenza artificiale può essere uno straordinario strumento per aiutare le imprese ad affrontare il futuro dopo l’emergenza Covid-19.

L’Italia sarà la prima nazione europea a uscire dalla pandemia e potrebbe avere un ruolo molto più importante nell'economia europea rispetto a quanto accaduto nel passato, proprio per le capacità tecniche, l’ingegno, la creatività e la resilienza che caratterizza gli italiani.

INTERVISTA

Intervistiamo gli avvocati Giovanni Pasceri e Gigliola Pirotta, cassazionisti.

Che cosa possono fare le nostre imprese?

"Per pianificare il futuro occorre innanzitutto capire, cosa abbiamo imparato da questo “cigno nero” che ha interrotto la catena degli approvvigionamenti e la gran parte delle attività produttive, ha chiuso le scuole, ha costretto i lavoratori a lasciare il loro luogo di lavoro, ha fagocitato gli ospedali, ha sospeso la giustizia e ha allarmato l’opinione pubblica mondiale. 

Il consumatore è diventato, per la gran parte, da fisico a digitale, ma non tutte le aziende commerciali hanno un sistema efficiente di e-commerce che, all’occorrenza, sostituisce la vendita fisica con una selezione digitale dei prodotti ed è in grado di profilare i gusti dei consumatori, modellando così l’offerta sulla base della domanda".

Quali sono le vostre prime considerazioni?

"Lavoriamo da casa (telelavoro più che smart working), ma non abbiamo imparato a rendere il nostro lavoro online efficace ed efficiente, mentre potrebbe essere fondamentale per la strategia competitiva e il successo a lungo termine. Abbiamo guardato con stupore i nostri figli destreggiarsi fra diverse piattaforme per gestire le lezioni online, gli esami e persino la discussione delle tesi di laurea, ma la gran parte degli insegnanti è stata colta impreparata a utilizzare modalità didattiche, perché non ha avuto un’educazione digitale così come scopriamo la videoconferenza come mezzo per presenziare nelle aule di tribunale".

Verità o fake news?

"L’opinione pubblica mondiale si è allarmata fra verità e fake news che girano sui social ma non abbiamo adottato sistemi di verifica delle comunicazioni che gettano nel panico le persone e chatbot intelligenti che possano rispondere alle domande più frequenti dei cittadini (posso uscire a fare la spesa in un altro comune?). Attraverso i bisogni dell’emergenza abbiamo acquisito consapevolezza di cosa avremmo potuto fare e di quali sono le attività che le imprese di domani dovranno e potranno fare con l’impiego dell’intelligenza artificiale, risparmiando risorse, beni e materiali e riducendo i prezzi."

L’Intelligenza Artificiale può aiutarci a salvare le imprese?

Che cos’è l’intelligenza artificiale per voi?

"L’intelligenza artificiale non è una chimera, ma uno strumento per migliorare le capacità dell’uomo e può essere il motore della rinascita delle imprese. Per usare le parole di Microsoft nel libro “il Futuro calcolato” l’intelligenza artificiale è “Un insieme di tecnologie che consentono ai computer di percepire, apprendere, ragionare e assisterci nel processo decisionale per risolvere i problemi in modo simile a quello che fanno le persone”.

Nell'ultimo decennio l’intelligenza artificiale ha riportato enormi progressi, per la crescita dei volumi di dati, il cloud, l’affinamento delle unità di elaborazione grafica, lo sviluppo degli algoritmi. Nonostante la gran parte dell'elaborazione dell'intelligenza artificiale avvenga tra le macchine, è nell'interazione con le persone che l'IA acquisisce maggior valore: gli algoritmi AI "apprendono" come riconoscere immagini ("vedere") e suoni ("ascoltare"), comprenderne il significato ("comprendere"), comunicare ("parlare") e dedurre il senso dal contesto ("ragione")."

Potete approfondire gli aspetti valoriali di questo fenomeno?

"Il valore derivato dall'applicazione dell’intelligenza artificiale aumenterà esponenzialmente, intendendo per valore l’esperienza del cliente, la riduzione dei costi dovuta all’aumento l'efficienza del processo, il miglioramento del processo decisionale, l’automatizzazione di alcune attività delle imprese e l’incremento di fatturato".

Quali investimenti e quali rischi dovranno però affrontare gli imprenditori per accostarsi a questa tecnologia? E come controllarla?

"Non si tratta di un percorso impervio dal punto di vista economico: le risorse fornite da Microsoft Azure, IBM e Red Hat e Amazon Web service consentono anche alle piccole imprese di utilizzare le infrastrutture a costi contenuti senza dunque incidere sui prezzi finali al consumatore. È necessario, da un lato muoversi all’interno del quadro normativo generale e delle normative dei singoli settori per garantire un utilizzo sicuro dell’intelligenza artificiale e, dall’altro, creare delle regole etiche all’interno dell’azienda, per mantenere il controllo umano sulla tecnologia. Se le scelte effettuate saranno socialmente accettabili, le imprese instaureranno un rapporto di fiducia con il consumatore che garantirà loro un vantaggio competitivo sul mercato".

Vantaggi per le PMI

"Nella nostra esperienza abbiamo incontrato PMI che da attività tradizionali, come la produzione di quadri elettrici, con l’avvento del cloud, hanno realizzato dapprima sistemi di monitoraggio e controllo di impianti e macchinari (cd. manutenzione preventiva) e, successivamente, ha messo la propria competenza al servizio dell’industria 4.0 connettendo device intelligenti per gestire da remoto tutta l’azienda ottimizzando i costi; altre invece che operavano nel campo della saldatura, della manipolazione e del taglio e ora progettano e costruiscono robot collaborativi per gli impianti produttivi di diversi settori elevando la qualità e la sicurezza delle prestazioni oppure aziende che da un punto vendita di gioielli o di mobili hanno adottato l’e-commerce raggiungendo clienti in tutto il mondo con risultati del tutto inaspettati."

Penso che il ruolo di professionisti esperti diventi determinante

"Sì. Gli attori economici devono sapere che è indispensabile la presenza di legali esperti di tecnologia per accompagnare il cambiamento del modello di business, per effettuare un’approfondita valutazione giuridica degli impatti della tecnologia sia sulle persone, lavoratori e consumatori, che sulla società e i suoi valori e creare un modello dinamico ed integrato di verifica che possa evolversi nel tempo".

Che sviluppo prevedete?

"Lo sviluppo sarà sempre di più rivolto all’intelligenza artificiale in grado di prendere decisioni ed aiutare le aziende nel loro percorso. Occorre dunque valutare, non soltanto gli aspetti legati alla privacy e ai dati che sono utilizzati, ma anche alla loro qualità e provenienza, prestare attenzione alla responsabilità dell’impresa (civile, penale e amministrativa) e all’organizzazione del lavoro, alla protezione del know how e del patrimonio aziendale. Infine, per un uso etico dell’intelligenza artificiale è fondamentale istituire all’interno dell’azienda un meccanismo di redress degli errori di decisione che precluda alla macchina di effettuare discriminazioni fra i soggetti che accedono al bene o servizio."

In questo contesto i professionisti legali possono offrire il loro contributo affiancandosi come dei business partners agli imprenditori, per gestire sul campo e con successo l'intelligenza artificiale al fine di renderla veramente uno strumento alla portata di tutte le imprese.

Ringraziamo Giovanni Pasceri * e Gigliola Pirotta **

* Avvocato Cassazionista, corso di perfezionamento in “Diritto delle assicurazioni” nel 2009 e “Diritto dell’impresa” nel 2012 presso l’Università degli Studi di Milano. Ha prestato consulenza giuridica-amministrativa per il CISAM Centro Interforze Studi e Applicazioni Militari centro di sperimentazione e ricerca. Nel campo della responsabilità e del diritto assicurativo ha partecipato all’audizione alla Camera dei Deputati e a diversi tavoli tecnici Ministeriali. Ha seguito con successo il Corso di Machine Learning dell’Università di Londra. E’ membro della Commissione dell’Ordine degli Avvocati di Milano Intelligenza Artificiale e PCT

** Avvocato Cassazionista esperta in diritto del lavoro, contrattualistica e nelle innovazioni tecnologiche. Membro della Commissione dell’Ordine degli Avvocati di Milano Intelligenza Artificiale e PCT

Loading...
Commenti
    Tags:
    aiintelligenza artificialesalvare le impresegigliola pirottagiovanni pasceritrendiest news
    Loading...
    in evidenza
    Antonella Elia torna nella Casa Cast: Gregoraci, Mattera e...

    Grande Fratello Vip 5 news-rumors

    Antonella Elia torna nella Casa
    Cast: Gregoraci, Mattera e...

    i più visti
    in vetrina
    Previsioni meteo: weekend di Ferragosto bollente con l'anticiclone superstar

    Previsioni meteo: weekend di Ferragosto bollente con l'anticiclone superstar


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Opel Kadett Impuls I, progenitore di Opel Corsa-e

    Opel Kadett Impuls I, progenitore di Opel Corsa-e


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.