A- A+
Imprese e Professioni
L'Istituto Tethys continua gli avvistamenti di cetacei nel Mar Mediterraneo

Eccezionale avvistamento di cetacei nel Mar Ligure in tutto il mese di agosto. A Ferragosto in particolare dai biologi dell'Istituto di ricerca Tethys sono stati avvistati tre capodogli maschi a cinque miglia al largo di Sanremo. "L'avvistamento è avvenuto in un punto la cui profondità del mare è di circa 600 metri - afferma la biologa marina Sabina Airoldi - tra il canyon di Arma di Taggia e i due canyon di Bordighera".

airoldiSabina Airoldi

Due dei capodogli appartenenti al gruppo erano Hide e Onda, già incontrati il 18 giugno scorso dai ricercatori. “Sono soliti nuotare assieme” spiegano i biologi imbarcati sul brigantino dell’Istituto Tethys. "Un fatto piuttosto significativo è avvenuto quando Hide si è avvicinato all'imbarcazione e, incuriosito, ha messo fuori la grande testa dall'acqua, come per guardare chi c'era a bordo". Un comportamento insolito per un capodoglio, ma a volte capita quando sono particolarmente incuriositi o attratti da qualche movimento sulla superficie.

Qui il link al video (fonte: ANSA)

L’Istituto Tethys

Nel corso di oltre trent’anni anni di attività Tethys ha dato un contributo straordinario alla conoscenza e alla salvaguardia dei cetacei, producendo una delle maggiori banche dati sui mammiferi marini del Mediterraneo e pubblicando centinaia di contributi scientifici.

logo porta vercellina

L’Istituto, composto da biologi e naturalisti, è stato il primo, insieme al Rotary Club Milano Porta Vercellina, a concepire e proporre la creazione del Santuario Pelagos, un’area marina protetta istituita da Italia, Francia e Principato di Monaco per tutelare e proteggere i cetacei del Mare Nostrum.

Sul fronte della sensibilizzazione del grande pubblico, Tethys ha aperto dal 1990 alcuni dei suoi progetti alla partecipazione di eco-volontari. Qual è lo scopo? Conoscere meglio i cetacei dei nostri mari per capire come proteggerli efficacemente. Questa è la "filosofia" di Tethys da quando ha cominciato a fare ricerca scientifica su balenottere, capodogli e delfini del Mediterraneo. Migliaia di appassionati provenienti da tutto il mondo hanno potuto vivere l’esperienza unica di osservare balene e delfini nel loro ambiente naturale, affiancando i biologi nella ricerca e contribuendo in prima persona alla salvaguardia degli animali.

Un valore importante per il territorio

Anche gli aspetti economici di Pelagos non vanno trascurati.

Il Santuario Pelagos è un patrimonio naturale di enorme valore e la presenza nelle sue acque di 8 specie di cetacei rappresenta un importante valore aggiunto per il territorio. Le attività di osservazione di balene e delfini nel mondo sono infatti valutate in oltre 2 miliardi di dollari e registrano una continua crescita.

Però occorre procedere sempre con molta cautela, come è stato fatto sino ad oggi. “Un eccessivo sviluppo non regolamentato del whale watching nel Santuario causerebbe però un impatto negativo sulle popolazioni di cetacei” afferma Sabina Airoldi “è dunque necessario creare una specifica attrattività attraverso una pluralità di iniziative e modalità sostenibili, che abbiano come priorità la tutela dei cetacei e che non prevedano unicamente le escursioni in mare. Anche il lupo e l'orso marsicano movimentano ingenti flussi turistici, eppure... quasi nessun visitatore dei parchi li ha mai visti!”.

Aree marine protette. In giallo evidenziata l'area di Pelagos

aree marine protetteFonte: Parlamento Europeo

 

 

 

 

 

 

 

 

La storia di Pelagos

Nel comunicato stampa del 1991, una delle prime tappe della costituzione del Santuario Pelagos, spicca la dichiarazione del Principe Ranieri III di Monaco

pelagos ranieri
 

 

 

 

 

 

 

 

L’istituzione di un regime di protezione per i cetacei nasce a Milano il 23 marzo 1990 in una giornata organizzata dal Rotary Club Milano Porta Vercellina presso il salone di Palazzo Barozzi - Istituto dei Ciechi di via Vivaio, alla presenza di un centinaio di soci di tutti i club milanesi, annunciato da una pagina intera sul Corriere della Sera di qualche giorno prima, a cura dell’IWS, Segretariato Internazionale della Lana (marchio Pura Lana Vergine), particolarmente sensibile alle politiche di protezione ambientale.

Pelagos nasce con la collaborazione dell’Istituto Tethys e dell’Associazione Europea Rotary per l’Ambiente (AERA), che ne ha finanziato lo studio preliminare: ideatore e promotore era il Rotary Club Milano Porta Vercellina. Il Progetto Pelagos proponeva l’istituzione di una Riserva della Biosfera nel bacino Corso-Ligure-Provenzale, che avrebbe dovuto essere gestita da un’autorità internazionale creata da Francia, Italia e Monaco, e con sede nel Principato.

Il Progetto Pelagos viene presentato ufficialmente al Museo Oceanografico di Monaco il 2 marzo 1991 alla presenza di Ranieri III di Monaco in un Interclub fra i Rotary Club Milano Porta Vercellina, Monaco e Saint-Tropez, organizzato da Gianni Venturino dell’agenzia pubblicitaria Pentagono e da Paolo Brambilla, responsabile delle relazioni esterne del Marchio Pura Lana Vergine, fra gli sponsor del progetto.

Nel 1992 si verificano, sia in Italia sia in Francia, le condizioni politiche ideali perché un’iniziativa come il Progetto Pelagos possa destare interesse presso le rispettive Amministrazioni. Viene costituita una commissione di lavoro, composta da rappresentanti dei tre Stati e delle comunità locali, e con la partecipazione di esperti del mondo scientifico, giuridico, e ambientalista. La commissione ha prodotto il testo della Dichiarazione Congiunta relativa all’Istituzione di un Santuario Mediterraneo per i Mammiferi Marini.

Questa dichiarazione prevede l’istituzione del Santuario, la designazione di un’autorità competente a coordinare la gestione, e l’adozione di misure appropriate (tra cui il divieto di catture deliberate e di turbative intenzionali per motivi di ricerca, l’uso di reti pelagiche derivanti, la lotta contro l’inquinamento, la regolamentazione ed eventualmente il divieto di competizioni off-shore, la regolamentazione delle attività di whale-watching, e infine l’incoraggiamento di programmi di ricerca e di campagne di sensibilizzazione del grande pubblico) per garantire ai mammiferi marini della regione e ai loro habitat uno stato di conservazione favorevole.

Si arriva così alla firma della Dichiarazione, sottoscritta a Bruxelles il 22 marzo 1993 in concomitanza con un Consiglio Ambiente della Comunità Europea. Presenti il Ministro dell’Ambiente francese, il Ministro dell’Ambiente italiano e il Ministro di Stato del Principato di Monaco. La Dichiarazione d’intenti internazionali ispira, nel 1995, la creazione di un protocollo per le Aree Specialmente Protette (ASPIM) che viene adottata dalla Convezione di Barcellona.

Il 29 settembre 1998 il Santuario del Mar Ligure è più vicino alla sua realizzazione, grazie alla presa di posizione del Governo Italiano che si impegna ufficialmente a promuovere la causa del Santuario con i governi francese e monegasco. Il 25 novembre1999 i Ministri dei tre Stati si riuniscono a Roma per la firma definitiva che sancisce la nascita ufficiale del Santuario, la cui idea originaria fu proposta dall’Istituto Tethys 10 anni prima.

Nel 2000 si ha la ratifica del trattato da parte della Francia e del Principato di Monaco; nel 2001 vi è finalmente l’approvazione alla Camera dei Deputati italiana della legge che ratifica l’accordo sulla nascita del Santuario. Il 16 aprile 2007, dopo otto anni dall’istituzione e cinque dalla legge di ratifica, il progetto Pelagos, prende il suo avvio ufficiale.

L’inaugurazione avviene  a Genova, nel Palazzo Ducale, alla presenza del Ministro dell’Ambiente Alfonso Pecoraro Scanio, del presidente del comitato di pilotaggio del Santuario, Aldo Casentino, e del segretario esecutivo Philippe Robert.

RASSEGNA STAMPA DEL 15 E 16 AGOSTO 2019

Capodogli Hide e Onda nel Mar Ligure. ANSA.it Liguria – 15 agosto 2019

Avvistati tre capodogli al largo di Sanremo. ANSA.it Liguria – 16 agosto 2019

Estero

Liguria, avvistati tre capodogli al largo di Sanremo. The World  News, twnews.it – 15 agosto 2019

Avvistati 3 capodogli nel Mar Ligure, tra loro Hide e Onda. Entorno inteligente – 15 agosto 2019

TV

TG2-RAI2 delle ore 13 – 17 agosto 2019 (inserire link a servizio Youtube)

Nazionali

Avvistati 3 capodogli nel Mar Ligure, tra loro Hide e Onda. La Repubblica.it – 15 agosto 2019

Liguria, avvistati tre capodogli al largo di Sanremo. Il Corriere della Sera.it, CorriereTV – 15 agosto 2019

Capodogli Hide e Onda, amici per la pelle (nel mar Ligure). Il Corriere della Sera.it – 17 agosto 2019

Avvistati 3 capodogli nel Mar Ligure, a 5 miglia da Sanremo. Il Sole 24 Ore, 24zampe.it – 16 agosto 2019

La storia di Onda e Hide, capodogli amici per la pelle. La Stampa, la Zampa.it - 6 agosto 2019

Avvistati 3 capodogli nel mar Ligure: c'erano anche Hide e Onda. Il Secolo XIX – 15 agosto 2019

La storia di Onda e Hide, capodogli amici per la pelle. Il Secolo XIX – 16 agosto 2019

Avvistati 3 capodogli nel mar ligure, tra loro Hide e Onda. RaiNews – 15 agosto 2019

Capodogli Hide e Onda nel Mar Ligure. SKY Tg24 - 15 agosto 2019

Balene nel Mar Ligure: l'eccezionale avvistamento. YAHOO notizie – 17 agosto 2019

Capodogli Hide Sanremo. Youtube – 15 agosto 2019

Avvistati 3 capodogli a Sanremo: il video. Radio Kisskiss – 16 agosto 2019

Mar Ligure: avvistati 3 capodogli. Meteo web.it – 15 agosto 2019

Capodogli Hide e Onda nel Mar Ligure. Presspay.it – 15 agosto 2019

San Remo, avvistati tre capodogli al largo del Mar Ligure. Il valore italiano.it - 17 agosto 2019

Capodogli Hide e Onda nel Mar Ligure. Virgilio.it – 15 agosto 2019

Avvistati 3 capodogli nel Mar Ligure, tra loro Hide e Onda. La Voce d’Italia – 15 agosto 2019

Hide e Onda, i capodogli amici inseparabili (nel Mar Ligure). Newsbelow _ 17 agosto 2019

Avvistati tre capodogli nel Mar Ligure, a 5 miglia da Sanremo. Siecom – 15 agosto 2019

Avvistati 3 capodogli nel Mar Ligure, tra loro Hide e Onda. Informazione.it – 16 agosto 2019

Mar Ligure | avvistati 3 capodogli. Zazoom – 15 agosto 2019

Locali

Eccezionale avvistamento di tre capodogli nel Mar Ligure. Primocanale.it – 15 agosto 2019

Avvistati 3 CAPODOGLI nel Mar Ligure: l’avvistamento 5 miglia al largo di SANREMO. Meteo Riviera Ligure.it – 15 agosto 2019

Sanremo, quando è il capodoglio a studiare gli scienziati. Riviera24.it – 15 agosto 2019

Sanremo: alle 9 arriva 'Hyde' ed è subito festa per i biologi di Tethys nel 'Santuario dei Cetacei'. Sanremonews - 15 agosto 2019

 Sanremo: alle 9 arriva 'Hyde' ed è subito festa per i biologi di Tethys nel 'Santuario dei Cetacei'. La voce di Genova - 15 agosto 2019

Capodogli Hide e Onda nel Mar Ligure. l’Arena.it – 15 agosto 2019

Avvistati tre capodogli nel Mar Ligure. Liguria Notizie.it – 15 agosto 2019

Avvistamento di capodogli nelle acque del Santuario dei Cetacei. 104 News – 16 agosto 2019

Capodogli Hide e Onda nel Mar Ligure. La Gazzetta del Mezzogiorno.it – 16 agosto 2019

Hide e Onda, i capodogli amici inseparabili (nel Mar Ligure). Radio Napoli Centro - 17 agosto 2019

Capodogli Hide e Onda nel Mar Ligure. Il giornale di Vicenza.it – 15 agosto 2019

Capodogli Hide e Onda nel Mar Ligure. Brescia oggi.it – 15 agosto 2019

La storia di Onda e Hide, capodogli amici per la pelle Avvistati sempre insieme nel Mar Ligure da ricercatori Tethys. Pontinia Ecologia e territorio – 16 agosto 2019

Liguria, avvistati tre capodogli al largo di Sanremo. Giornale di Sicilia.it – 16 agosto 2019avvistadogli al largo di Sanremo
Sanremo, tre capodogli avvistati a 5 miglia dalla costa. Rivierapress.it – 15 agosto 2019

Avvistati dal Tethys 3 capodogli al largo di Sanremo. La Riviera – 15 agosto 2019

Avvistati 3 capodogli nel Mar Ligure, tra loro ci sono anche due vecchie conoscenze: i balenotteri Hide e Onda. Juorno.it – 15 agosto 2019

Commenti
    Tags:
    istituto tethysavvistamenticetaceimar mediterraneopelagosrotary club milano porta vercellinaaerasabina airoldi
    Loading...
    in evidenza
    Liti e urla in casa. La Elia si isola "Voglio solo sopravvivere..."

    Grande Fratello Vip bufera-news

    Liti e urla in casa. La Elia si isola
    "Voglio solo sopravvivere..."

    i più visti
    in vetrina
    Lana Rhoades, pornostar svela il messaggio da un calciatore famosissimo...

    Lana Rhoades, pornostar svela il messaggio da un calciatore famosissimo...


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Nuova Opel Insignia GSi con trazione integrale avanzata, ordinabile da marzo

    Nuova Opel Insignia GSi con trazione integrale avanzata, ordinabile da marzo


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.