I blog riportano opinioni degli autori e non necessariamente notizie, in ossequio al pluralismo che caratterizza la nostra Testata.
A- A+
Imprese e Professioni
Mouse Trap Formula 1 Grand Prix di Monaco 2019: trappola per topi nel motore

Costruire un piccolo veicolo alimentato da una trappola per topi e ottimizzarlo per coprire una distanza fissa nel minor tempo possibile: questa è stata la sfida lanciata dal Monaco Mousetrap Car Grand Prix, la cui finale internazionale si è tenuta a Monaco per il sesto anno consecutivo, accanto al Paddock Club di Formula 1.

Per capire meglio lo spirito dell'iniziativa, si tratta di una gara internazionale tra piccoli veicoli aventi come mezzo propulsivo solo il meccanismo di una trappola per topi. Ogni studente, o gruppo di lavoro studentesco, riceve esattamente lo stesso prodotto di base: una tradizionalissima trappola per topi dotata di semplicissima molla di scatto. Ogni concorrente deve trovare il modo di applicare le ruote e un apparato di controllo dell’energia erogata dalla molla, cercando ovviamente di realizzare qualcosa di molto leggero.

Obiettivo educativo, nei confronti degli studenti, è proprio quello di sottolineare l'importanza di ottimizzare l'utilizzo dell'energia disponibile, minimizzare attriti e ogni altra forma di spreco: nel rispetto dell'ambiente, visto che il motore non usa alcun carburante, ma solo ... l'energia generata da una potente molla.

 

LE TRAPPOLE PER TOPI

mousetrap

Le corse di veicoli realizzati partendo dalla trappola per topi, in inglese «Mousetrap Car Races» poco conosciute in Europa, sono organizzate in molti licei americani dove permettono agli allievi di applicarsi alle leggi della fisica. Divertendosi, i liceali assistiti dai loro professori, concepiscono e costruiscono questi piccoli veicoli per misurarsi in seguito con i loro compagni. L’allievo deve concepire ed immaginare il miglior metodo per utilizzare l’energia elastica accumulata nella molla in tensione della trappola per topi, per far correre la sua «macchinina».

STUDENTI TRA 14 e 18 ANNI

Sotto l’Alto Patronato di Sua Altezza Serenissima il Principe Alberto II, la corsa, aperta a studenti tra i 14 ed i 18 anni, aveva lo scopo di avvicinare i ragazzi alla scienza ed all’ingegneria in un modo divertente e stimolante. I prototipi, disegnati e costruiti nei loro propri istituti, si sono cosi ritrovati a gareggiare in una gara internazionale.

7 SCUOLE

sanremoI finalisti

Quest’anno 7 scuole si sono qualificate. La giuria di professionisti ha selezionato 21 studenti che si sono distinti nelle gare interne delle rispettive scuole per le due categorie della competizione ed hanno anche realizzato dei filmati nei quali hanno spiegato i principi della fisica e della meccanica che hanno utilizzato nella realizzazione delle macchinine.

I finalisti, che hanno avuto il privilegio di incontrare piloti di Formula 1 prima della finale, sono ospiti dell’organizzazione durante tutto il week-end del Gran Premio di Formula 1 ed assistono la domenica alla gara da una posizione privilegiata.

ACCELERATION E ADVANCED

Questa sesta edizione si è svolta tra il grande entusiasmo dei partecipanti che, hanno potuto confrontarsi nella categoria “Acceleration” e nella categoria “Advanced”, ammirare la fantastica DALLARA Stradale esposta nel Tunnel Riva accanto agli omonimi meravigliosi motoscafi.

Nella prima categoria hanno gareggiato delle macchinine che hanno dovuto percorrere un tragitto di 10 metri nel minor tempo possibile.

Per competere nella seconda categoria, gli studenti hanno dovuto pensare e realizzare un sistema che consentisse alla macchinina di percorrere 5 metri in avanti e 5 metri indietro senza intervento manuale sulla stessa. Cosa non facile che ha richiesto una capacità di inventiva fuori dal comune!


"400 anni dopo Galileo, 300 anni dopo Newton, vedo ancora troppe persone che si fidano delle leggi della fisica di Aristotele. Quando si applica, quando si sperimenta, quando si prova, si impara e non si dimentica!" sottolinea Marco Casiraghi nel suo intervento rivolto agli studenti. 

alberto e marcoIl principe Alberto e Marco Casiraghi
alla premiazione

Prima della premiazione, Sua Altezza Serenissima il Principe Alberto II di Monaco, Jacky Ickx e Marco Casiraghi, l’ingegnere che ha ideato l’evento, hanno esaminato le vetture con grande interesse e presenziato alle gare, consegnando peronalmente le coppe, tra gli applausi entusiastici degli altri concorrenti. I primi tre, gli altri finalisti ed i loro insegnanti sono stati poi fotografati con i loro premi.

LA CLASSIFICA

Organizzato con il supporto del Automobile Club de Monaco, di Engeco, Riva e Monaco Boat Service, il MONACO MOUSETRAP CAR GRAND PRIX 2019 si è concluso con la seguente classifica:

ACCELERATION RACE
Final Ranking

 

School

Town

Teacher

Student
Last name

Student
First name

Student
Last name

Student
First name

Rank

 

 

 

 

 

 

 

 

Apollinaire

Nice

Durand Gilles

Chavatte

Julien

 

 

1

West Shore

USA

Whitacre Jill

Watson

Abigail

Tegland

Aubrey

2

Aprosio

Ventimiglia

Balestra Felice

Muszinsky

Mateusz

Gugole

Lorenzo

3

Cassini

Sanremo

Claudia Carli

Cretarola

Mattia

 

 

4

Licée Albert I

Monaco

Perrone Mario

Arsaento

Baptiste

 

 

5

San Carlo

Milano

Poltronieri Angelica

Cervellin

Sebastiano

Camerana

M. Vittoria

6

Malpighi

Bologna

Spadanuda Enrica

Ragazzini

Vittorio

 

 

7

               

ADVANCED RACE
Final Ranking

School

Town

Team

Student
Last name

Student
First name

Student
Last name

Student
First name

Rank

 

 

 

 

 

 

 

 

Apollinaire

Nice

Durand Gilles

Fusco

Luigi

Kirko

Kristo

1

Cassini

Sanremo

Claudia Carli

Siccardi

Fabio

 

 

2

Aprosio

Ventimiglia

Balestra Felice

Banaudi

Simone

Lazzaretti

Gilberto

3

San Carlo

Milano

Poltronieri Angelica

Cervellin

Sebastiano

Camerana

M. Vittoria

4

               

BEST LESSON
AWARDS

School

Town

Teacher's
name

Student
Last name

Student
First name

Student
Last name

Student
First name

Rank

 

 

 

 

 

 

 

 

Cassini

Sanremo

Carli Claudia

Campucci

Cristiano

Abdel Gelil

Jasmine

1

West Shore

USA

Whitacre Jill

Kish

Matt

 

 

2

West Shore

USA

Whitacre Jill

Watson

Abigail

Tegland

Aubrey

3

               

AQUARAMA ELEGANCE AWARD

School

Town

Teacher's
name

Student
Last name

Student
First name

Student
Last name

Student
First name

 

 

             

Licée Albert I

Monaco

Perrone Mario

Arsaento

Baptiste

 

 

 

 

             

DESIGN, INNOVATION & CREATIVITY AWARD

School

Town

Teacher's
name

Student
Last name

Student
First name

Student
Last name

Student
First name

 

 

             

San Carlo

Milano

Poltronieri Angelica

Secci

Lorenzo

 

 

 

 

             

Il prossimo incontro è già fissato per il Gran Premio di Formula 1 di Monaco 2020 e, a giudicare da questa sesta edizione, sembra destinato a essere una sfida ancora più creativa e intellettualmente stimolante.

Commenti
    Tags:
    mouse trapformula 1grand prix di monaco 2019trappola per topimarco casiraghiprincipato di monacoalberto di monaco
    in evidenza
    Vacanza da sogno per i Ferragnez In Puglia tra masserie di lusso

    Savelletri, Torre Canne e...

    Vacanza da sogno per i Ferragnez
    In Puglia tra masserie di lusso

    i più visti
    in vetrina
    Pasta Garofalo, il pastificio presenta il suo primo Report di Sostenibilità

    Pasta Garofalo, il pastificio presenta il suo primo Report di Sostenibilità


    casa, immobiliare
    motori
    BMW prosegue lo sviluppo delle auto che restituiscono energia green

    BMW prosegue lo sviluppo delle auto che restituiscono energia green


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.