I blog riportano opinioni degli autori e non necesseriamente notizie, in ossequio al pluralismo che caratterizza la nostra Testata.
A- A+
Lampi del pensiero
Coronavirus in laboratorio? Guai a dirlo ma c’è la prova che può succedere

Il potere come lo immagina Orwell in 1984 ricorre, tra l’altro, alla pratica del “nerobianco”. Che consiste, di fatto, nel predicare una cosa e il suo opposto e pretendere che, a fasi alterne, siano vere ora l’una, ora l’altra. Del resto, spiega Orwell, è il Partito, con il suo connesso Ministero della Verità a dire cosa è vero e cosa è falso. 2+2 dà 5, perché così ha deciso il Partito. E non è consentito alcun dubbio, pena incorrere nelle draconiane sanzioni previste dal Potere stesso. Una pratica del “nerobianco” l’abbiamo vista all’opera anche in questi giorni, che paiono anch’essi altamente orwelliani. Le centrali che diffondono a reti unificate la catechesi del verbo unico politicamente corretto continuano a ripetere che il Coronavirus non può essere nato in laboratorio: è nato, per naturale evoluzione, da un pipistrello.

E guai a dubitarne. “Coronavirus, non è stato creato in laboratorio. Ecco la prova” (“La Repubblica” 19/3/20). Eppure circola diffusamente da ieri un video di Tgr Leonardo, il blasonato telegiornale scientifico di Rai3 (16 novembre 2015), che spiega come – nel 2016, appunto – la Cina avesse creato un virus, a partire dal pipistrello, in grado di attaccare i polmoni. Contrariamente a quanto diffuso da molti, il virus non è lo stesso che ci sta in questi giorni affliggendo. Ma è la prova che lo si può creare in laboratorio. Se già qualcuno l’ha fatto nel 2016…

Perché negare a priori che possa essere stato prodotto anche nel 2019-2020? Surreale è, invero, l’ostinazione con cui i monopolisti del discorso si rifiutano di prendere in esame l’ipotesi del laboratorio, facendo passare per caso manicomiale chi osi anche solo timidamente sollevarla. In questa luce, vi espongo pacatamente il mio punto di vista. Non credo affatto che gli untori siano i cinesi. Non penso siano stati loro a produrre il Covid 19 e a diffonderlo. Per un’ovvia duplice ragione: a) la Cina stava già dominando l’economia globale, mettendo in difficoltà perfino la talassocrazia del dollaro; b) la Cina vive notoriamente di export. Non ha, dunque, alcun morivo per fare da untore e per mettere in ginocchio i suoi partners commerciali. Cercherei dunque altrove i responsabili. Li cercherei tra chi odia, semmai, la Cina.

 

NOTA: Questo articolo non riporta notizie o fatti verificati, ma opinioni dell’autore, senza riscontri scientifici. Affaritaliani.it ne consente la pubblicazione in ossequio al pluralismo di opinione che caratterizza la Testata. 

 

Diego Fusaro (Torino 1983) insegna storia della filosofia presso lo IASSP di Milano (Istituto Alti Studi Strategici e Politici) ed è fondatore dell'associazione Interesse Nazionale (www.interessenazionale.net). Tra i suoi libri più fortunati, "Bentornato Marx!" (Bompiani 2009), "Il futuro è nostro" (Bompiani 2009), "Pensare altrimenti" (Einaudi 2017).

IMG 20180131 WA0000
 

 
Loading...
Commenti
    Tags:
    coronaviruscoronavirus italiavirus in laboratorio
    Loading...
    in evidenza
    Clicca qui e manda il tuo meme a mandalatuafoto@affaritaliani.it
    Salvini: chiese aperte per Pasqua Da sola la scienza non basta

    Coronavirus vissuto con ironia

    Salvini: chiese aperte per Pasqua
    Da sola la scienza non basta

    i più visti
    in vetrina
    Grande Fratello Vip 2020 VINCITORE: IL NOME E' CALDISSIMO... Gf Vip 4 news

    Grande Fratello Vip 2020 VINCITORE: IL NOME E' CALDISSIMO... Gf Vip 4 news


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    5 diverse tipologie di propulsione per la nuova Seat Leon

    5 diverse tipologie di propulsione per la nuova Seat Leon


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.