I blog riportano opinioni degli autori e non necessariamente notizie, in ossequio al pluralismo che caratterizza la nostra Testata.
A- A+
Questioni internazionali
Alta tensione nel Golfo con il Qatar

Il Qatar respinge le 13 richieste dei Paesi del Golfo, che prorogano di altre 48 ore l'ultimatum.

 

Cosa succede nel Golfo tra Paesi arabi e regno dell’emiro di Doha? La tensione è alta e con il passare delle ore la regione scivola verso avventure pericolose.

Il 5 giugno scorso cinque Paesi arabi hanno deciso la rottura delle relazioni diplomatiche con il Qatar. I motivi sono stati spiegati in questo articolo:


La crisi tra Paesi del Golfo e Qatar spiegata in cinque punti. La crisi tra Paesi del Golfo e Qatar spiegata in cinque punti


Egitto, Arabia Saudita, Yemen, Bahrein, Emirati Arabi Uniti hanno accusato il Qatar di sostenere attività terroristiche. In particolare, hanno accusato l’emiro di Doha di utilizzare il network dell’emittente al-Jazeera per fare propaganda a sostegno dei Fratelli Musulmani e attività jihadiste.

Così, i Paesi sunniti del Golfo hanno interrotto le relazioni diplomatiche con il Qatar, imponendo sanzioni e restrizioni commerciali. Inoltre, hanno posto 13 condizioni alla monarchia di Doha per rientrare nel Consiglio dei Paesi del Golfo, l’organizzazione dei potenti Stati dell’area più ricca di petrolio al mondo.

Tra queste 13 condizioni c’era anche la chiusura di al-Jazeera. L’emiro di Doha però ha rifiutato di accettare i contenuti dell’ultimatum. Il Qatar respinge in particolare l’accusa di finanziare il terrorismo. Accettare l’ultimatum, spiegano fonti del Qatar sui media arabi, significherebbe ammettere di finanziare i gruppi terroristici.

Il Qatar ha subito il contraccolpo delle sanzioni e restrizioni commerciali imposte dalle altre monarchie del Golfo. Tanto che Iran e Turchia sono intervenute in suo aiuto portando alimentari e altri beni di prima necessità.

Nell’incontro con il Ministro degli Esteri italiano Angelino Alfano a Roma, il Ministro degli Esteri del Qatar, Sheikh Mohammed bin Abdulrahman bin Jassim Al-Thani, aveva preannunciato il no alle richieste dei Paesi del Golfo. Ora Doha ha consegnato la risposta ufficiale.

Intanto, in coincidenza con la scadenza dell’ultimatum (il 2 luglio), i Paesi del Golfo hanno deciso di prorogare di 48 ore il termine fissato.

 
Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    qatargolfo
    in evidenza
    CDP, ospitato FiCS a Roma Gorno Tempini: “Agire come sistema unico”

    Corporate - Il giornale delle imprese

    CDP, ospitato FiCS a Roma
    Gorno Tempini: “Agire come sistema unico”

    i più visti
    in vetrina
    Ferrovie dello Stato, al via un nuovo modello per cantieri più sostenibili

    Ferrovie dello Stato, al via un nuovo modello per cantieri più sostenibili


    casa, immobiliare
    motori
    Nasce a Torino Stellantis Italy House, la casa della sostenibilità

    Nasce a Torino Stellantis Italy House, la casa della sostenibilità


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.