I blog riportano opinioni degli autori e non necessariamente notizie, in ossequio al pluralismo che caratterizza la nostra Testata.
A- A+
Soluzione Tasse
Chiuse 300.000 aziende, aperte 85.000: un aiuto per sopravvivere al Fisco

Sembrava dovesse finire prima dell’estate 2020, o quanto meno a settembre e invece no. Anche nel 2021 dovremmo ancora combattere contro questi nemico invisibile. E chissà per quanto tempo ancora.

Un nemico che ha portato alla morte di oltre 70.000 italiani e sta mettendo in serio pericolo la vita di molte aziende. 

 

 

300.000 imprese rase al suolo 

 

Stando ai dati di Confcommercio, infatti, a causa del lockdown sono definitivamente scomparse oltre 300.000 imprese.

Alla chiusura di queste migliaia di imprese, si aggiunge anche, la perdita di oltre 200.000 aziende che, in un modo o nell’altro, erano collegate a queste partite Iva. Il trend della chiusura delle attività commerciali, è un fenomeno che ormai esiste da tempo: l'e-commerce e i big del web stanno rastrellando le piccole imprese a suon di prezzi tedenzialmente più bassi.

Detto ciò, Confcommercio stima che il numero delle imprese chiuse a causa dell’emergenza economica sanitaria sia di almeno 240.000 partite Iva. Aziende che, probabilmente, in assenza di un lockdown sarebbero ancora vive.

Ma non è finita qua. Stando ai dati della Cgia di Mestre, le piccole e medie imprese italiane, nel 2020, hanno registrato una perdita di fatturato pari a 420 miliardi. E, nonostante il Governo, nei vari mesi, ha ristorato le attività più volte, tutto ciò non è bastato a frenare l'emergenza.

Intere filiere produttive perse sempre: con 29 miliardi di ristori, manco il 7% di perdite si è riusciti a coprire.

I settori colpiti, a parte quello alimentare, sono stati tutti: dal convegnistica alle fiere, dallo sport alla cultura, fino ad arrivare allo spettacolo. Tuttavia, quello che ha registrato maggiori perdite riguarda la ristorazione e l’accoglienza alberghiera.  

Al contrario, i giganti del web, in Italia, durante questo periodo, hanno invece registrato un aumento di ricavi del 17%. Aumento che non sempre coincide con il pagamento delle tasse da parte di queste.

 

+85.000 imprese nel 2020: come sopravvivere al Fisco?

 

Si, perché i giganti del web, pagano solo il 30% di imposte sul loro utile. Una differenza abissale, se pensiamo che le piccole imprese versano nelle Casse del Fisco, quasi il 60% di tasse (tra imposte sul reddito e contributi Inps).

Tuttavia, anche le piccole imprese possono beneficiare di una tassazione come quella delle multinazionali. Queste, infatti, per ridurre il peso del Fisco sui loro utili, attuato una pianificazione fiscale.

La pianificazione fiscale è uno strumento di crescita dell’azienda utilizzato per ottenere, in maniera fiscalmente inattaccabile, una riduzione delle tasse

Attuare una pianificazione fiscale significa utilizzare una serie di strumenti - come fanno le multinazionali - per evitare di versare nella Casse dell’Erario, circa il 60% dell’utile prodotto.

Grazie a questo strumento è possibile conoscere in anticipo l’imposizione fiscale applicata agli utili così da poter progettare i futuri investimenti nell’azienda. Ogni azienda deve produrre per il proprio imprenditore e non spartire i tuoi utili col Fisco.

Ogni azienda ha la propria pianificazione fiscale: le strategie poste in essere variano in base all’impresa e al tipo di esigenze che la stessa ha. Proprio per questo la pianificazione fiscale non è uguale per tutti.

 

Soluzione Tasse SpA

Soluzione Tasse SpA è la prima società di consulenza, specializzata nella pianificazione fiscale e tutela del patrimonio per le PMI italiane. Si avvale di una squadra di più di 300 collaboratori tra cui oltre 70 commercialisti iscritti all’albo con competenze specifiche complementari in grado di lavorare insieme per fornire le soluzioni più adatte alle singole e specifiche situazioni. Dopo solo 5 anni dalla sua costituzione, sta per superare i 20.000.000 di fatturato e ha assistito oltre 10mila aziende e professionisti a cambiare completamente il proprio rapporto con il fisco nel segno di una positiva interlocuzione e generando per essi una riduzione della pressione fiscale dal 20 al 70% rispetto a quella precedente.

Commenti
    Tags:
    fiscoaziende chiusepianificazione fiscale
    Loading...
    Loading...
    in evidenza
    Covid, tranquilli finirà tutto Mi raccomando vacciniamoci…

    Costume

    Covid, tranquilli finirà tutto
    Mi raccomando vacciniamoci…

    i più visti
    in vetrina
    Diletta Leotta: "Matrimonio con Can Yaman? Non è saltato e..."

    Diletta Leotta: "Matrimonio con Can Yaman? Non è saltato e..."


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Ferrari 812 Superfast, svelate le prime immagini

    Ferrari 812 Superfast, svelate le prime immagini


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.