I blog riportano opinioni degli autori e non necessariamente notizie, in ossequio al pluralismo che caratterizza la nostra Testata.
A- A+
Soluzione Tasse
TFM: cos’è e perché è importante conoscerlo

Il sistema fiscale italiano, purtroppo, è abbastanza complesso e se non si adottano le giuste misure, si rimane soffocati dalle tasse. Con il corretto utilizzo delle numerose opportunità e degli strumenti messi a disposizione dal Fisco, ridurre il carico fiscale, è assolutamente possibile. 

Lo strumento di cui voglio parlare oggi è il TFM (Trattamento di Fine Mandato). Uno strumento poco usato dagli imprenditori ma, se pianificato correttamente, può essere determinante perché è in grado di produrre notevoli vantaggi fiscali: sia per l’azienda che per l’amministratore che lo riceve.

 

Una buonuscita facoltativa ma dai vantaggi clamorosi

 

Il TFM rappresenta una vera e propria buonuscita che spetta all’amministratore della società che il più delle volte è lo stesso titolare. È una sorta di TFR (la cosiddetta liquidazione che spetta ai dipendenti) che viene accantonato di anno in anno a favore - e non solo - degli amministratori di un’azienda.

A differenza del TFR che è obbligatorio, il TFM è facoltativo. Viene erogato nei confronti degli amministratori di società oppure nei confronti di tutti quei soggetti che lavorano per la società - ad esempio i collaboratori - che non sono legati da alcun vincolo di subordinazione con la stessa.

Il TFM è un'indennità non regolamentata. Non esiste una vera normativa che lo disciplini, non vi è limitazione all’ammontare: è la società a sciegliere quanto e come accontanare questo indennità. Ciononostante è importante rispettare il principio di ragionevolezza. Quindi l’ammontare dovrà essere congruo:

  • alla reale situazione economica dell'azienda; 
  • al volume d'affari;
  • alla capacità reddituale dell’impresa;
  • all'attività prestata nella stessa dall'amministratore.

Questa impostazione permette di poter prevedere un accantonamento annuale di TFM anche di grosse cifre e di conseguenza abbattere il carico fiscale in maniera importante.

 

2 incredibili vantaggi se utilizzato correttamente

 

L’utilizzo del TFM ha un duplice vantaggio:

  • rappresenta un costo deducibile per l’azienda, tende ad abbassare la base imponibile sulla quale applicare l’Ires al 24%;
  • l’amministratore quando andrà ad incassare questi soldi, potrà beneficiare di una tassazione agevolata.

Utilizzare il TFM, però, non è un’operazione semplice perché si tratta di uno strumento abbastanza particolare. Se per l’ammontare della quota da accantonare non vi è alcuna limitazione, per poter dedurre è obbligatorio che:

  • sia presente nello Statuto della società
  • e sia deliberato dall’assemblea.

L'assenza anche di un solo di questi due elementi fa crollare tutto e il vantaggio ricevuto prima, principalmente dall'azienda, va a perdersi tutto. In altre parole, ogni minimo errore e tutto ciò che si guadagnato dev’essere restituito al Fisco.

È molto importante saperlo utilizzare perché rappresenta una ghiotta occasione per riconoscere - sempre che se ne rispettino alcune condizioni - a colui che svolge la funzione di amministratore una somma di denaro - a fine mandato - soggetta ad una specifica tassazione di vantaggio. Ma è un’opportunità anche per l’impresa che abbatte il proprio carico fiscale in maniera fiscalmente inattaccabile.


Soluzione Tasse - fondata da Gianluca Massini Rosati - è la società di riferimento per la pianificazione fiscale in Italia. Si avvale di un pool di 35 commercialisti presenti in tutta Italia, specializzati nel risparmio fiscale che guidano costantemente imprenditori e professionisti verso le strategie più adeguate  alle proprie esigenze per abbattere legalmente il carico fiscale.

Commenti
    Tags:
    tfmcarico fiscale
    in evidenza
    Conte, che passione con Olivia L'ex premier non resiste ai baci

    I due paparazzati a Roma- FOTO

    Conte, che passione con Olivia
    L'ex premier non resiste ai baci

    
    in vetrina
    Finanza agevolata e promozioni, Simest supporta le imprese colpite dalla guerra

    Finanza agevolata e promozioni, Simest supporta le imprese colpite dalla guerra


    motori
    Nuove Alpine A110 R, progettata per la pista omologata per la strada

    Nuove Alpine A110 R, progettata per la pista omologata per la strada

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.