I blog riportano opinioni degli autori e non necessariamente notizie, in ossequio al pluralismo che caratterizza la nostra Testata.
A- A+
Under 30 e dintorni
Da Sidney a Sanremo. Intervista a Michael Leonardi
Michael Leonardi

Tra un mese prenderà il via il sessantaseiesimo Festival della Canzone Italiana di Sanremo, diretto e condotto, per la seconda volta consecutiva, da Carlo Conti.

Come si sa, accanto alla sezione “Campioni”, c'è quella delle “Nuove proposte”. Otto giovani cantanti che incarnano il sogno di centinaia, migliaia di ragazzi. Diventare dei cantanti, entrare nel mondo dello spettacolo e della musica. Il sogno di poter esprimere il proprio essere e i propri sentimenti attraverso la propria arte. Essere sul palco di Sanremo per “creare arte”. E queste sono proprio le parole di uno dei giovani cantanti che saliranno su quel palco , Michael Vaiasinni, in arte Michael Leonardi, dal cognome della madre, classe 1990, la cui carriera musicale è iniziata già all'età di quindici anni. Michael si esibirà con il brano Rinascerai.

E proprio con Michael, che ringrazio per la disponibilità e a cui rivolgo un grosso “in bocca al lupo”, ho parlato del percorso da seguire e di cosa significa per un ragazzo arrivare a calcare dei palchi così importanti, coronando il proprio sogno.

 

Michael, hai solo venticinque anni, ma il tuo percorso, come abbiamo accennato, è iniziato già molti anni fa... Ce ne vuoi parlare? Quando hai davvero capito che la musica sarebbe stata la tua strada, che a lei avresti voluto dedicare la tua vita?

Credo di averlo capito da piccolissimo, sin da quando avevo 7 anni. La colpa credo sia tutta di Elvis! Mio padre era un grande fan e passavo le giornate ad ascoltare i suoi vinili... il suo essere uno showman completo mi ha fatto venire l’ispirazione per salire sul palco. Lì mi sento a casa!

Basta ascoltare Rinascerai, il brano che porti a Sanremo 2016, per capire che la tua è una formazione lirica. Una scelta ardua e sicuramente non molto comune, specialmente tra i giovani. Cosa ti ha spinto in questa direzione? Quali sono i tuoi modelli?

Ho studiato canto lirico al conservatorio di Sidney e l’Opera fa parte del mio background, ma nel mio stile ci sono elementi fortemente pop. Il mio desiderio è di creare qualcosa di personale e speciale. A proposito di modelli, come posso non citare il grande Maestro Luciano Pavarotti?

A proposito di Rinascerai, hai detto che è una canzone “per le donne” e l'hai definita un “brano di salvezza”. Qual è il significato del tuo testo?

Il messaggio principale è di speranza. La canzone vuole invitare a guardare il sole e uscire dalle tenebre. È un incoraggiamento per tutte le persone in difficoltà.

Cosa si prova a partecipare ad un Festival importante e prestigioso come Sanremo, seguito in tutto il mondo?

È un sogno che diventa realtà. Seguo da sempre il Festival dalla mia Australia grazie alla mia famiglia italiana. Salire su quel palco sarà un’emozione unica e un grande traguardo raggiunto.

Tu, però, hai già partecipato ad altri eventi famosi e seguitissimi, come il concerto “Carols by Candlelight” a Melbourne e, tornando indietro negli anni, hai cantato in occasione della Giornata Mondiale per la Gioventù, svoltasi a Sidney nel 2008, davanti al Papa. Cosa significa partecipare ad eventi del genere per un ragazzo come eri tu allora?

La soddisfazione è immensa. Puoi portare la tua musica a un pubblico vastissimo… un grande privilegio!

Quali sono i lati più positivi e quelli invece negativi dell'essere giovanissimo e, allo stesso tempo, un cantante famoso, impegnato spesso in giro per il mondo?

Può essere faticoso vivere spesso lontano da casa, ma sono infinitamente grato per avere l’opportunità di cantare per tutti voi.

Sono tantissimi i ragazzi, anche molto giovani, che sognano di intraprendere il tuo stesso percorso per diventare cantanti. Che consigli ti sentiresti di dare loro?

Non arrendetevi mai! E, soprattutto, non seguite questo percorso solo per diventare famosi ma per dar libero spazio alla vostra creatività e arte. Crederci, fino in fondo.

Prima ho parlato dell'essere in giro per il mondo... la partecipazione a Sanremo, però, è per te come un ritorno alle origini, visto che, anche se tu sei nato e cresciuto a Sidney, la tua famiglia è originaria di Catania. Quindi… doppia emozione?

Doppia emozione perché so che tutti i miei parenti siciliani mi guarderanno! È una gioia immensa tornare nel mio paese d’origine, l’Italia, per un evento così prestigioso.

Ho letto che attualmente ti stai dedicando alla realizzazione del tuo primo lavoro discografico con la Sugar di Caterina Caselli. Ci puoi dare qualche anticipazione?

Ti confermo che sto lavorando al mio progetto di debutto che uscirà durante il Festival di Sanremo e conterrà la versione originale in inglese di “Rinascerai” intitolata “White Rose”.

 

 

Gian Luca A. Lamborizio, alessandrino di nascita e milanese di adozione, ha frequentato il liceo classico e proseguito gli studi in ambito giuridico. È autore di “AAA Futuro cercasi. Essere giovani in tempo di crisi” e di “Penombra”, edito da Eretica Edizioni. Collabora come redattore con MilanoNera, diretta dallo scrittore Paolo Roversi, col settimanale La voce e altre testate.

Per esprimere i vostri commenti e pareri e se avete qualcosa di interessante da raccontare, non esitate a scrivere a: gla.lamborizio@gmail.com


 

Commenti
    Tags:
    sanremogiovanimichael leonardi
    in evidenza
    Incendi in California, distrutti oltre 200 acri di foreste

    Politica

    Incendi in California, distrutti oltre 200 acri di foreste

    i più visti
    in vetrina
    Pasta Garofalo, il pastificio presenta il suo primo Report di Sostenibilità

    Pasta Garofalo, il pastificio presenta il suo primo Report di Sostenibilità


    casa, immobiliare
    motori
    La rivoluzione elettrica di Mercedes Benz

    La rivoluzione elettrica di Mercedes Benz


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.