I blog riportano opinioni degli autori e non necessariamente notizie, in ossequio al pluralismo che caratterizza la nostra Testata.
A- A+
La zampata dell'Orso
Conte con i poteri forti.

Forse ce lo siamo sognati ma Gualtieri, nell'esporre il presunto "buon primo tempo", aveva presentato il MES chiarendo trionfante che non avrebbe avuto le condizioni sulla spesa Covid-19. Siccome non esiste una attivazione parziale del MES, se lo attivi per il Covid-19 lo attivi tutto(!), anche nella parte che prevede condizioni cioè le ben note riforme strutturali di Mario Monti. Allora perché dopo 5,6 ore di ritardo e di scontro interno Conte si è portato Gualtieri alla conferenza stampa esaltandolo e accusando le opposizioni, senza che gli potessero fare questa banale osservazione? Il governo è di tutti, non di una parte, non è corretto fare questo uso delle conferenze di interesse internazionale.  E' stato il Ministro a dichiarare la prospettiva della attivazione del MES, non le opposizioni! Mi spiace difendere Salvini e Meloni (trovatemi un articolo dove lo abbia fatto in modo scriteriato in precedenza) ma stanno semplicemente facendo opposizione e voi italiani, ammesso vi meritiate questo appellativo, sbagliate a fare il tifo come allo stadio: i "partner europei" sono freddissimi quando c'entra il futuro dei loro figli. 

Con Conte ormai stanno i principali media, Gruber compresa, è il nuovo eroe, vi dice nulla questo? Ricordate Berlusconi, Monti, Bersani (pur fallendo), Renzi? Stessa formula. I poteri forti della UE sono con lui ma il M5s, di cui lui non fa parte, non era nato per questo, per prendere la protesta e farla rientrare dalla finestra della UE cioè della questa "Germania allargata". Conte va applaudito per i fatti e non perché sia un genio Rocco Casalino a costruire chiacchiere. Aggiungiamo pure che il Premier sta mentendo al paese, spacciando per quello che non sono i potenziali miliardi di prestiti a disoccupati, aziende, Casse Integrazione; non sono finanziamenti a fondo perduto ma a debito (la Germania ha già messo in circolo 50 miliardi a fondo perduto noi siamo al palo); questo debito, finita l'emergenza Covid, sapete cosa farà? Ci porrà di fronte alla scelta di attivare il MES o fallire. Ma la colpa non ha mai padri vero? Sarà mica per questo che Salvini e Meloni non hanno tutti i torti? O è meglio tifare per il più forte cari italiani? Magari perché, pelosissimi, credete sia merito suo il Reddito di Cittadinanza? Quando il sottoscritto, per dirne uno che non conta niente, dal 2011 si batteva per il RDC, insieme al BIN, Conte li mandava già i famosi messaggini a Matteo Renzi? Non ho niente sia chiaro contro il Premier, lo avete visto in questi giorni quando lo elogiavo nel suo dichiarare "no MES, sì Eurobond", lo considero anche un ottimo frontman, forse il migliore da anni, ma perché non utilizzare queste sue doti per fare il bene della nostra Nazione?

Ma poi...cosa sono tutte queste cazzate sugli eurobond? Essi non sono un fondo comune, una toppa di catrame in una strada dissestata con alla fine un burrone, ma devono essere, innanzitutto(!), lo strumento che annulli quel 20% di competitività rubata dai tedeschi proprio all'Italia con la moneta unica, a causa dell' "Assioma della Mela" (lo trovate qui). Come si annulla tale 20%? Semplice, la Germania deve pagare nuovi beni e servizi italiani: dal 24 novembre 1996 (cambio fisso poi euro) avviene il contrario. In altre parole la Germania si è fatta cucire addosso la moneta unica, su misura, o si risolve questa trave nell'occhio o tu Conte, secondo me, potresti essere un pagliaccio.

Gli eurobonds (cari Gualtieri e Conte) inoltre, non sono un pacco con cui ti fanno "senti questi sono gli eurobonds" ma ci trovi dentro un mattone: intanto la BCE nell'erogarli deve moderare i tassi acquistandoli all'occorrenza alla emissione (altrimenti i "mercati", cioè banche private, ti spennano vivo) ma poi quelli che la BCE compra deve rifinanziarli in modo perpetuo, cioè senza chiedere un euro alle casse degli Stati. Altro  fattore: non si può parlare di eurobonds se poi di fronte alla scadenza di un titolo paga un singolo Stato, gli eurobond esistono se sono espressione della azione politica ed economica di una Unione che eroga beni e servizi su tutto il territorio europeo e  si uniscono i debiti sovrani (ma il sovranismo va bene solo quando fa comodo ai tedeschi vero Conte?).

Inoltre...se ci servono soldi per far incontrare manodopera, materie e beni/servizi perché chiederli ai mercati quando possiamo emettere moneta, anche parallela? Chi dobbiamo mantenere? Blackrock, Monsanto, Bayer, Goldman, JP Morgan, Deutschebank e compagnia cantante? Tutto questo volevo sentire nella conferenza non altro.

Adesso io lo so che partirà la cagnara tifosa di quella parte di italiani ammaestrati dalla propaganda Casalino&Friends che gli agita il fantoccio di Salvini (vedasi Pavlov) e che nutre un pericolosissimo scontro nord - sud ("meglio la UE così fa fallire anche il nord") ma il premier ieri...cosa ha vinto? Cosa abbiamo vinto? Ha difeso i nostri interessi o ha vinto la colonizzazione tedesca visto che è passata tutta (!) la loro linea. A questo punto verrebbe da pensare che sia stato tutto un teatrino e non fosse nemmeno messa in discussione sta linea. 

In conclusione mi pare, ma sicuramente sbaglio, che Conte nei fatti non ottenga un fico secco ed utilizzi la sua popolarità (meritata dal punto di vista comunicativo ci mancherebbe) per promuovere la presunta Europa che non perde mai l'occasione di citare (così ci entra nella testa come insegnava un Maestro in questo, Joseph Goebbels), approfittando del fatto che gli italiani, finché non saranno nella miseria, non capiranno.

Occhio ragazzi.

 

 

Commenti
    Tags:
    contemespoteri forti ue
    Loading...
    Loading...
    i più visti
    

    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    il Museo Mercedes-Benz festeggia il suo 15 ° compleanno

    il Museo Mercedes-Benz festeggia il suo 15 ° compleanno


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.