I blog riportano opinioni degli autori e non necessariamente notizie, in ossequio al pluralismo che caratterizza la nostra Testata.
A- A+
Zoom
Carceri violente: sempre più aggressioni contro gli agenti di polizia

Le aggressioni in carcere, ai danni degli agenti della polizia penitenziaria, sono un fenomeno in continuo e forte aumento. Secondo i calcoli del Sappe, il Sindacato autonomo della polizia penitenziaria, le aggressioni erano state 4.688 nel 2015, 6.552 nel 2016, ed erano salite poi a 7.446 l’anno scorso, ma già nei primi sei mesi di quest’anno il livello è arrivato alla cifra record di 3.545.

Il dato autorizza a stimare un totale vicino agli 8mila casi entro la fine dell’anno, anche perché in luglio e in agosto si è registrata una recrudescenza delle aggressioni: le sole denunce riportare dalle cronache, di solito poco attente al fenomeno, hanno evidenziato molte decine di casi.

Secondo il Sappe, sono in netto aumento anche gli agenti rimasti feriti in carcere, sempre a causa di aggressioni da parte di detenuti. Nel 2015 i casi erano stati 921, nel 2016 erano aumentati a 949, poi nel 2017 i feriti erano stati 1.175, mentre nei primi sei mesi del 2018 i casi sono stati 571.

Gli agenti chiedono soprattutto più organici: oggi il corpo dispone di 36.500 agenti in totale, ma soltanto 17mila lavorano negli istituti di pena, dove i detenuti peraltro continuano ad aumentare: oggi i reclusi sono quasi 59mila e si prevede supereranno i 60mila per la fine dell’anno. Il numero degli agenti è in forte calo da anni. Pima della riforma Madia della Pubblica amministrazione, erano poco più di 45mila.

Contro la situazione, e soprattutto per chiedere risposte adeguate al ministero della Giustizia e al Dipartimento dell'amministrazione penitenziaria, i sindacati di categoria hanno avviato una sequenza di manifestazioni di protesta. L’ultima si è tenuta martedì 9 ottobre, davanti al carcere di Torino. La prossima è prevista il 18, davanti alla casa circondariale di Taranto. Il calendario delle manifestazioni continuerà con Marassi (il carcere di Genova) l’8 novembre; con Regina Coeli a Roma il 15 novembre.

Il tour delle proteste si concluderà il 22 novembre davanti alla sede del Dipartimento dell’aministrazione penitenziaria, sempre nella Capitale.

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    carceriprigioneaggressionedetenutipoliziaprotesta
    in evidenza
    CDP, ospitato FiCS a Roma Gorno Tempini: “Agire come sistema unico”

    Corporate - Il giornale delle imprese

    CDP, ospitato FiCS a Roma
    Gorno Tempini: “Agire come sistema unico”

    i più visti
    in vetrina
    CDP, presentato il report sulla sostenibilità nei sistemi agroalimentari

    CDP, presentato il report sulla sostenibilità nei sistemi agroalimentari


    casa, immobiliare
    motori
    Stellantis lancia il nuovo Scudo e Ulysse anche 100% elettrici

    Stellantis lancia il nuovo Scudo e Ulysse anche 100% elettrici


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.