A- A+
Coronavirus
Covid, in Nuova Zelanda da inizio pandemia "solo" 26 morti coi confini chiusi
(fonte Lapresse)

La pandemia ha mostrato la capacità governativa della Nuova Zelanda, il suo popolo, i suoi governanti. Ventisei (26) morti (dico 26) da inizio pandemia (noi ne enumeriamo la stessa cifra ogni giorno in un periodo di bassa diffusione del virus e con il 60% della popolazione vaccinata!!!) con 5 milioni di abitanti.

Chiudono le frontiere per mesi, impongono quarantena per chi arriva nel Paese per ragioni di lavoro, e stabiliscono lockdown duri, ma brevi.

Cito testualmente il Primo Ministro J. Arden: "I confini rimarranno chiusi almeno fino alla fine dell'anno, perchè la priorità è vaccinare tutta la popolazione e salvare l'economia...", ed io aggiungo, attendendo le cure antivirali.

Ecco questo è un esempio, anzi l'esempio, di un Paese virtuoso che ha a cuore la vita, la salute, l’economia dei suoi cittadini. Ah, ma non fa parte della UE e non è il "modello svedese". Così tanto per capire e far capire chi non vuole o non sa comprendere o finge di non comprendere.

 

 

Commenti
    Tags:
    covidnuova zelanda





    in evidenza
    Villa da sogno in vendita a Casalpalocco: è dell'ex portiere dell'As Roma Patricio

    Ecco quanto vale l'immobile

    Villa da sogno in vendita a Casalpalocco: è dell'ex portiere dell'As Roma Patricio

    
    in vetrina
    Nuovo concept per i cocktail di lusso: nel cuore di Milano Giardino Cordusio

    Nuovo concept per i cocktail di lusso: nel cuore di Milano Giardino Cordusio


    motori
    Renault lancia la tecnologia Apache: meno rumore per strade più sicure e sostenibili

    Renault lancia la tecnologia Apache: meno rumore per strade più sicure e sostenibili

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.