A- A+
Costume
“Le donne pagate meno degli uomini”. Scatta la class action contro Oracle

 

Class action contro Oracle. Una delle più grandi società della Silicon Valley è accusata da oltre 4.200 lavoratrici di discriminare le donne, pagandole meno: in media 13 mila dollari all’anno rispetto ai colleghi uomini che svolgono mansioni simili.

Un’analisi delle buste paga - scrive www.corrierecomunicazioni.it - ha evidenziato “un livello straordinariamente alto” di differenze, secondo l’accusa: le donne, a parità di lavoro, hanno in media il 3,8% in meno nello stipendio base, il 13,2% meno in bonus e il 33,1% in azioni.

L’avvocato delle querelanti, Jim Finberg, che ha intentato una causa simile contro Google, sostiene che “le donne vengono pagate meno in tutti i settori”. “Sono alcune delle statistiche più forti che abbia mai visto, numeri incredibilmente alti”, aggiunge.

Le enormi differenze negli stipendi base, nei bonus e negli stock non sono giustificate da “validi motivi di lavoro”, si legge nella denuncia, che sottolinea che le disparità esistono anche per le donne e gli uomini con gli stessi punteggi di valutazione delle prestazioni, nelle stesse categorie di lavoro.

La causa nei confronti di Oracle arriva in un momento molto delicato per i giganti dell’hi-tech americano, tra accuse di discriminazione razziale, molestie sessuali, disparità di retribuzione e lavoro forzato.

L’azienda fondata nel 1977 da Larry Ellison (ora uno degli uomini più ricchi al mondo), Bob Miner, Ed Oates e Bruce Scott, è uno dei giganti della vallata hi-tech, produttrice di software per le informazioni.

Commenti
    Tags:
    oracle
    in evidenza
    Simest, la qualità a supporto della competitività delle pmi italiane

    Esportazioni

    Simest, la qualità a supporto della competitività delle pmi italiane

    i più visti
    in vetrina
    Pnrr e opportunità per le Pmi CorporateCredit, l'intervista al Ceo Giordano Guerrieri

    Pnrr e opportunità per le Pmi
    CorporateCredit, l'intervista al Ceo Giordano Guerrieri


    casa, immobiliare
    motori
    Mercedes Benz punta ad essere l’auto di maggior valore al mondo

    Mercedes Benz punta ad essere l’auto di maggior valore al mondo


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.