A- A+
Costume
Monselice e i Colli Euganei, paradiso di arte e biodiversità
Galzignano Villa Barbarigo

Il Parco Regionale dei Colli Euganei istituito nel 1989 sta elaborando un progetto di candidatura a MAB Riserva della Biosfera  Unesco per il 2024

Sinergia, rete, valorizzazione  dei prodotti del territorio, turismo sostenibile. Parole chiave che da tempo fissano gli obiettivi per il mondo del turismo. Parole che sembrano realtà già attuale nella zona del Parco dei Colli Euganei, nella provincia di Padova.

Una conformazione geologica di genesi vulcanica, profili ondulati che emergono dalla pianura, un’enorme ricchezza di biodiversità, ricchezza stratificata di opere  d’arte e di architetture civili e religiose perfettamente integrate nel paesaggio, il bacino termale più grande d’Europa.

Il quadro complessivo, sia naturalistico, che artistico, che gastronomico, fa del territorio dei Colli Euganei un forte attrattore per il nuovo turista interessato a viaggi di prossimità, ai piccoli borghi, alle tipicità territoriali.

Alla luce delle sue caratteristiche e unicità, il Parco Regionale dei Colli Euganei istituito nel 1989 sta elaborando un progetto di candidatura a MAB Riserva della Biosfera  Unesco per il 2024.

herald gc62dee083 1280
 

Proprio in questo territorio così sfaccettato si è svolta la 1ª edizione della Borsa del Turismo Incoming Veneto, che ha visto l’incontro a Monselice  tra offerte turistiche della Regione Veneto  e  buyers provenienti da tutta Italia interessati a queste proposte.

Fortemente voluto dall’amministrazione di Monselice e da Ascom, il workshop  ha permesso di esplorare tante potenzialità del turismo del Veneto, che, come ha sottolineato l’Assessore al Turismo della Regione, Federico Caner, “è la regione  italiana con il maggior numero di arrivi annuali, suddivisi nei vari segmenti, dal termalismo al mare, dalla montagna alle città d’arte.”

parco colli euganei passeggiata botanicaParco colli Euganei, passeggiata botanica
 

In coincidenza con il workshop si è svolta la 1ª edizione della Giornata dei Colli che si ripeterà ogni anno, per valorizzare le bellezze dei colli veneti, con tante iniziative e proposte per i vari tipi di interesse. Il convegno ha permesso anche di esplorare tante attrattive di Monselice e del suo territorio.

A Monselice,  una delle famose città murate venete,  un vero gioiello è il Castello Cini, oggi Museo Regionale, che si alza ai piedi del Colle della Rocca:  un maestoso complesso architettonico  che raggruppa in sé diverse tipologie di edifici costruiti tra  l’XI  e il XVI secolo, la Casa romanica, il Castelletto, la Torre Ezzeliniana, un possente edificio difensivo voluto da Ezzelino III da Romano, il palazzo Marcello di collegamento.

arquà petrarcaArquà, casa Petrarca
 

Poi,  dopo varie vicissitudini, occupazioni e disastri, nel 1935 per fortuna la proprietà passò al Conte Vittorio Cini, uomo di grande raffinatezza intellettuale, che avviò un’accurata ricerca di oggetti d’arredamento, mobili, dipinti, tappeti, arazzi, ceramiche, strumenti musicali e armi, ricreando all’interno del castello l’antica atmosfera medievale e rinascimentale che ancora oggi affascina  i visitatori.

Sempre a Monselice, a metà costa del Colle della Rocca è collocato il complesso architettonico denominato Villa Duodo, costruito dalla nobile famiglia veneziana Duodo, preceduta dal percorso delle Sette Chiese, una specie di Sacro Monte, progettato dallo Scamozzi. Monselice si presenta dunque come uno dei centri più significativi dei Colli Euganei. Intorno un territorio variegato e attraente.

arquà casa petrarcaArquà, casa Petrarca
 

A Galzignano, paradiso ben noto agli appassionati  del golf, è imperdibile Villa Barbarigo, con il suo spettacolare Giardino Monumentale di Valsanzibio allestito nella seconda metà del Seicento secondo un piano di lettura simbolica e iniziatica: viali di bosso, archi, sculture mitologiche e religiose, giochi d’acqua, costruzioni allusive a un percorso  di ascesi e redenzione e il famoso labirinto che sfida la superbia umana.

Arquà Petrarca, uno dei borghi più belli d’Italia, è vocato a illustri memorie letterarie. Qui trascorse gli ultimi cinque anni di vita e morì Francesco Petrarca.

La sua tomba imponente e la sua casa, dono da parte dei Carraresi, signori di Padova, che volevano trattenere il poeta presso la loro corte, sono la testimonianza perfetta di un  rapporto tra un territorio e un personaggio illustre.

monselice castelloMonselice, Castello
 

Qui tutto parla di Petrarca: lo studiolo, gli affreschi cinquecenteschi che celebrano i suoi capolavori, le foto dei dipinti famosi che lo ritraggono, le iscrizioni. Senza dimenticare il panorama ondulato che si apre dalla finestra. E si comprende perché Petrarca, ringraziando del dono i signori di Padova, celebrasse la bellezza dolce e rilassante dei Colli Euganei, da cui non volle più venir via.

Ad Arquà ha sede anche, all’interno di Villa Centanin,  l’originale Museo del pianoforte che espone  una collezione di pianoforti del XVIII e XIX secolo di famosi costruttori tedeschi, inglesi, francesi ed italiani, di proprietà della Fondazione Musicale Masiero e Centanin.

Merito della Fondazione conservare importanti esemplari di interesse storico e soprattutto  far rivivere gli strumenti molto spesso così diversi da quelli moderni, che spesso sono usati in occasione di attività concertistiche.

giardini valsanzibio labirinto 2Giardini Valsanzi, biolabirinto
 

Terra di acque e giardini, dal suolo vulcanico, questa zona del Veneto è anche vocata all’agricoltura e a ottimi prodotti enogastronomici. Vini DOC e DOCG, a cui è dedicata anche la Strada dei Vini dei Colli Euganei, olio, miele, giuggiole, tipico esempio di frutti dimenticati che si possono assaporare in confetture, liquori, composte, sia nei ristoranti locali sia nelle tipiche cicchetterie venete che valorizzano per l’aperitivo i prodotti a km 0.

Tutte le informazioni sul Parco Regionale dei Colli Euganei si possono reperire presso Casa  Marina  di  proprietà del  Parco, situata sul versante orientale del Monte Venda: un laboratorio didattico calato direttamente nell'ambiente naturale, sede di un interessante giardino botanico che dedica un settore alle piante officinali, ostello per gruppi e scolaresche, punto informativo anche per interessanti escursioni.

parco colli euganei casa marinaParco colli Euganei, Casa Marina
 

LEGGI ANCHE

" Centrodestra, premier chi prende più voti? "Vedremo...". Tajani gela FdI

Generali, Pellicioli contro Caltagirone: il suo piano è irrealizzabile

Cacciari: "Se continuiamo così, scoppia la guerra in Europa"

Pyongyang pronta a eliminare Seul con armi nucleari. Parola di Kim Yo jong

Madonna irriconoscibile su TikTok. Emancipata o vittima? Fan divisi. FOTO

Ucraina, matrimonio nella metropolitana di Kharkiv, le foto tra le vie deserte. VIDEO

Generali Italia e Confindustria: partnership per la cybersecurity

Autostrade, primato a Bologna per innovazione e sostenibilità

SEA e DHL Express: partito il volo con aiuti alimentari per l’Ucraina

Iscriviti alla newsletter
Tags:
colli euganeimonseliceturismoviaggi





in evidenza
Falchi-Crippa, prima uscita pubblica Matrimonio in vista? Quell'anello...

Le foto

Falchi-Crippa, prima uscita pubblica
Matrimonio in vista? Quell'anello...


in vetrina
Crozza/Sala: "Se mi metto una cassetta delle offerte al collo raccogliamo un po’ di soldini..."

Crozza/Sala: "Se mi metto una cassetta delle offerte al collo raccogliamo un po’ di soldini..."

motori
Opel storiche,ci si vede a Ferrara il 14 Settembre

Opel storiche,ci si vede a Ferrara il 14 Settembre

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.