A- A+
Cronache
Chiara Ferragni visita il Museum of Dreamers e fa chiudere l'ingresso

Chiara Ferragni fa chiudere al pubblico un museo per visitarlo con i figli, esplode la rabbia social delle persone in attesa all'ingresso 

Immagina di essere in coda al Museum of Dreamers di Milano, insieme ai tuoi figli piccoli che non vedono l'ora di tuffarsi in una piscina di palline rosa, di dondolare tra le nuvole, di correre in mezzo a tunnel coloratissimi.

Hai in mano i biglietti regolarmente acquistati e aspetti paziente in coda mentre i bambini chiedono ogni tre secondi quando tocca a voi entrare. Immagina che a un certo punto l'ingresso venga letteralmente chiuso, non si può più entrare, nemmeno se hai il biglietto e aspetti in coda da un'ora

È proprio quello che è successo ieri al museo dei sognatori in centro a Milano, in Piazza Beccaria, e il motivo è presto detto: Chiara Ferragni ha fatto chiudere il museo per visitarlo con i figli, senza nessun riguardo per le altre famiglie che avevano acquistato il biglietto

La rabbia delle persone che si sono viste vietare l'ingresso dopo aver pagato il biglietto e dopo aver aspettato il proprio turno per entrare si è riversata nei commenti al post che l'influencer ha pubblicato su Instagram, proprio sulla visita al museo con l'intera famiglia e gli amici storici. 

"Fai schifo, togli il divertimento ad altri bambini che i genitori poverini si sono presi un permesso dal lavoro per passare una giornata al museo con i figli e tu gli rovini la giornata, sei una ipocrita che non hai mai dovuto lavorare veramente, solo per un tuo capriccio chiudi un museo al pubblico... almeno chiedi scusa".

"È stata veramente una delusione arrivare ieri al museo con la nostra prenotazione pagata e sentirci dire che a seguito del "prolungamento del vostro evento privato" non poter accedere. Il museo era completamente chiuso per la vostra presenza. Sono venuta, prendendo permesso dal lavoro e con mia figlia, la quale era desiderosa di entrare e SENZA ALCUN AVVISO dover rinunciare all'accesso perché voi con i vostri bambini siete rimasti all'interno oltre l'orario stabilito".

"Grazie mille perché per il vostro sollazzo privato, la gente che aveva comprato regolarmente i biglietti non è potuta entrare… i miei più vivi complimenti!!!!!".

 

Tra i commenti pubblicati sotto il post di Chiara Ferragni anche quello dello stesso museo che li ha definiti "i sognatori più belli", mandando su tutte le furie le persone a cui non è stato permesso accedere al museo e alimentando ancora di più le polemiche: "Siete vergognosi… oggi avete trattato chi aveva comprato regolarmente il biglietto come persone di serie B e poi con una faccia tosta senza pari li ringraziate per essere venuti definendoli anche i sognatori più belli… vergognatevi voi e loro perché loro decidono e voi vi piegate senza pensare agli altri…".

Questo è l'accaduto, non ci resta che aspettare una eventuale replica dell'influencer

Iscriviti alla newsletter
Tags:
chiara ferragnimilanomuseomuseum of dreamerspolemica
Iscriviti al nostro canale WhatsApp





in evidenza
Iran, ecco Raisi prima dell'incidente fatale in elicottero: le foto del leader e del suo entourage

Ultimi scatti prima dello schianto

Iran, ecco Raisi prima dell'incidente fatale in elicottero: le foto del leader e del suo entourage


in vetrina
Annalisa, "la lingua era nella sua gola...". Quando ha rischiato di morire

Annalisa, "la lingua era nella sua gola...". Quando ha rischiato di morire





motori
Škoda nuova Octavia: nuovo design, tecnologia AI e motori efficienti

Škoda nuova Octavia: nuovo design, tecnologia AI e motori efficienti

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.