A- A+
Cronache
Covid, lesioni nella fase iniziale. Dalla bocca alert per la diagnosi

La bocca (o meglio: il cavo orale) è uno straordinario laboratorio per conoscere il nostro stato di salute. Ora uno studio, il primo a livello internazionale, ci dice che è anche un alert per diagnosticare precocemente il Covid-19. Lo studio clinico dal titolo “Lesioni orali in pazienti sintomatici affetti da covid-19: studio clinico-patologico su 123 casi condotto presso l’Ospedale Universitario Policlinico di Bari con proposta di nuova classificazione” ha avuto come scopo dell’indagine quello di identificare le lesioni orali nei pazienti con Covid-19 cercando di comprendere da cosa dipendessero e se la loro individuazione potesse essere utile a fini prognostico-terapeutici. Per questa ragione sono stati studiati 123 pazienti nel periodo tra ottobre e dicembre 2020.  

Le lesioni riscontrate nel distretto orale (guance, lingua, labbra, gengive, palato duro e molle) sono state classificate in 4 gruppi e in alcuni casi sottoposte ad esame istologico. I risultati hanno permesso di associare la comparsa di particolari tipi di lesioni orali nella fase iniziale del Covid-19, con un andamento severo della stessa connotata da complicanze trombotiche diffuse. 

“Per tanto la comparsa ed il rilievo di lesioni orali in fase iniziale suggerisce - si legge - di iniziare le terapie anti-infiammatorie ed anticoagulanti più precocemente”.

“ Fino ad oggi - spiega il prof. Gianfranco Favia, direttore della UOC di Odontostomatologia del Policlinico di Bari e della Scuola di specializzazione in Chirurgia Orale dell’Università di Bari - pur con svariati milioni di contagi nel mondo non si conosceva la importanza di queste lesioni nel distretto oro-faringeo dei pazienti malati di Covid-19. Quindi, non essendoci dati, abbiamo cominciato questo studio sistematico su un alto numero di pazienti, svolto con estrema difficoltà e rischio da parte degli operatori sanitari coinvolti, per vari motivi: a) i pazienti presenti nei reparti Covid di Pronto Soccorso (direttore prof Vito Procacci) e di Rianimazione 1 (direttore prof Nicola Brienza) sono molto sofferenti e critici, spesso con difficoltà respiratorie e quindi indossano maschere facciali a pressione positiva di ossigeno, o nei casi più gravi tubi endotracheali, b) le ispezioni del cavo oro-faringeo sono tecnicamente difficili, e molto a rischio per chi le effettua per le microparticelle di aerosol di Flügge che sono il massimo vettore di trasmissione del virus. 

“La adeguata documentazione iconografica clinica- contenuta nello studio, può servire ora come ausilio diagnostico per tutti gli operatori sanitari non specialisti, in futuro coinvolti nella gestione della malattia”.

Il prof. Favia aggiunge che questo studio, che definisce e classifica la vasta gamma di lesioni riscontrabili, è frutto di un lavoro multidisciplinare svolto nel Policlinico di Bari nel DAI 5 Emergenza-Urgenza e l’Anatomia Patologica, con ben 5 giovani specializzandi di 4 scuole di specializzazione diverse dell’ateneo barese (delle scuole di Chirurgia Orale, Odontoiatria Pediatrica, Terapia intensiva e Rianimazione, Medicina d’urgenza e pronto soccorso)”.

“La scoperta - continua il direttore - ha chiarito che le lesioni orali elementari ed iniziali dell’infezione Covid-19 nei tessuti sono dovute a multipli e multifocali fenomeni di flogosi vascolare con occlusione e successiva necrosi dei tessuti a valle dell’ostruzione”.

Perché questa indagine made in Puglia è importante in questo momento storico?

Perché “il risvolto clinico terapeutico di questa ricerca, indica che il rilievo precoce di questa tipologia di lesioni oro-faringee, può consentire di instaurare più precocemente una terapia anti-infiammatoria e anticoagulante nei pazienti affetti, con miglioramento della prognosi del malato Covid-19.
Un passo in avanti, dunque nella capacità della scienza medica di individuare e gestire i problemi della malattia virus Sars cov2”.

Commenti
    Tags:
    covid
    Loading...
    Loading...
    in evidenza
    Vittoria Ceretti a Sanremo Dalle sfilate al palco Ariston

    CHI E' LA TOP MODEL. FOTO

    Vittoria Ceretti a Sanremo
    Dalle sfilate al palco Ariston

    i più visti
    in vetrina
    Isola dei Famosi 2021, ritiro di una naufraga prima di partire: ecco perché

    Isola dei Famosi 2021, ritiro di una naufraga prima di partire: ecco perché


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Mercedes EQA sceglie i tetti della Capitale per un’esclusiva anteprima

    Mercedes EQA sceglie i tetti della Capitale per un’esclusiva anteprima


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.