A- A+
Cronache
Licenziata perchè si sposa, l'azienda condannata a risarcirla
(Fonte immagine: Pexels)

Licenziata per il matrimonio, l'azienda condannata a risarcirla

La società che l'ha licenziata pochi mesi dopo avere saputo che si sarebbe sposata ha provato a difendersi sostenendo di averla assunta "quando era già convivente, così che della sua possibile fecondità non si poteva dubitare". Ma per la Cassazione civile - sezione lavoro - che ha confermato nei giorni scorsi una sentenza della Corte d'Appello di Milano, il suo rientra tra i casi di licenziamento 'per causa di matrimonio'. Il 'benservito' alla donna è stato considerato nullo con conseguente condanna al reintegro della lavoratrice e un risarcimento del danno pari a poco più di seimila euro per il periodo in cui non ha lavorato dopo essere stata cacciata. La cronologia degli eventi è importante per capire l'epilogo. Lo scrive l'Agi. 

LEGGI ANCHE: Manager violentata, l'azienda la licenzia: "Non sei più efficiente". Il caso

L'11 marzo 2019 la donna aveva informato l'ufficio del personale che si sarebbe sposata il 30 giugno dello stesso anno. Nello spiegare le ragioni per cui hanno respinto il ricorso della società, gli ermellini si richiamano a numerosi principi costituzionali, relativi alla tutela di donna, famiglia e lavoro ma sottolineano anche che a 'parlare' è il fatto oggettivo in sè. Si legge nella sentenza, visionata dall'AGI: "Nel recesso per causa di matrimonio ciò che rileva non è l'intento discriminatorio o meno bensì il dato oggettivo che il licenziamento è avvenuto nel periodo di un anno dal giorno della richiesta di pubblicazioni del matrimonio cui è seguita la celebrazione, un dato che non è contestato".

E nemmeno ha valore l'argomento che comunque la donna già conviveva ed era prevedibile una futura maternità perché la legge contiene "misure volte a garantire alla donna la possibilità di coniugare il diritto al lavoro con la propria vita coniugale e familiare ed è fondata su una pluralità di principi costituzionali posti a tutela della donna lavoratrice e non solo quale potenziale genitrice".

Iscriviti al nostro canale WhatsApp





in evidenza
Branchetti scalda l'estate di Canale 5. Monica Maggioni nel prime time di Rai3

Talk e programmi d'informazione, novità e debutti a sorpresa

Branchetti scalda l'estate di Canale 5. Monica Maggioni nel prime time di Rai3


in vetrina
Carrefour si conferma azienda inclusiva: premiata per la parità di genere

Carrefour si conferma azienda inclusiva: premiata per la parità di genere





motori
Nuova MINI Cooper 5 Porte: innovazione e stile in dimensioni compatte

Nuova MINI Cooper 5 Porte: innovazione e stile in dimensioni compatte

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.