A- A+
Cronache
Messina Denaro, arrestata Laura Bonafede: la maestra amante del boss
Matteo Messina Denaro

Messina Denaro: arrestata la maestra Laura Bonafede

Laura Bonafede, 55 anni, maestra elementare di Campobello di Mazara, è stata arrestata dai carabinieri del Ros. E’ accusata di procurata inosservanza della pena e favoreggiamento della lunga latitanza del boss Matteo Messina Denaro, arrestato a Palermo il 16 gennaio scorso.

Il provvedimento – richiesto dai pm di Palermo, il procuratore capo Maurizio de Lucia, l’aggiunto Paolo Guido e il sostituto Gianluca De Leo – è stato emesso dal gip di Palermo, Alfredo Montalto. Laura Bonafede avrebbe intrattenuto una relazione col boss castelvetranese, lo avrebbe incontrato anche in un supermarket di Campobello di Mazara.

Tra i due anche una fitta corrispondenza: il boss in un “pizzino” (inviato alle sorelle) aveva anche elogiato la figlia della donna che in un necrologio aveva mostrato dolore in occasione della morte del nonno, boss di Campobello e vicino a Messina Denaro. Quest'ultimo, invece, criticava la figlia – Lorenza Alagna – che, al contrario, aveva preso le distanze da lui.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
laura bonafedemessina denaro
Iscriviti al nostro canale WhatsApp





in evidenza
Affari in rete

Guarda la gallery

Affari in rete


in vetrina
Royal Family/ Meghan Markle è "troppo nuda": polemica per la visita in Nigeria

Royal Family/ Meghan Markle è "troppo nuda": polemica per la visita in Nigeria





motori
Jeep Experience: un successo tra prestazioni Off-Road e accoglienza premium

Jeep Experience: un successo tra prestazioni Off-Road e accoglienza premium

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.