A- A+
Cronache
Messina Denaro, audio contro Falcone. Baiardo avvicinò Paolo Berlusconi

Gli audio inediti di Messina Denaro all'amica: "Ste cerimonie per Falcone mi bloccano nel traffico"

È il 23 maggio del 2022, giorno di commemorazione delle stragi a Palermo, e Messina Denaro è in clamoroso ritardo. Manda un audio a una donna diventata sua amica durante la chemioterapia per giustificarsi: «Io sono qua, bloccato, con le 4 gomme a terra. Cioè non nel senso di bucate, ma bloccate perché sono sull’asfalto e non mi posso muovere. Per le commemorazioni di sta minchia. Porco mondo». 

Riporta tutto il Corriere della Sera, che oggi pubblica una serie di messaggi audio inviati dal boss prima dell'arresto all'amica e che saranno mandati in onda questa sera su La7 a Non è l'arena. Ascoltandolo «fa impressione — commenta Giletti al Corriere della Sera —, hai la sensazione che sia un’altra persona in quel momento». Ma la donna non si insospettisce, le sembra lo sbotto di un automobilista.

Nel 2011 Baiardo, vicino ai Graviano, provò a entrare in contatto con Berlusconi

Nel frattempo, Repubblica racconta invece che Salvatore Baiardo, il gelataio che aveva protetto la latitanza dei Graviano diventato celebre di recente per la "profezia" sull'arresto di Messina Denaro, "provava a bussare alla porta" di Silvio Berlusconi allora del premier in carica. Secondo Repubblica, "il presidente del Consiglio non avrebbe risposto, ma a dare udienza a Baiardo è stato un altro Berlusconi, Paolo, il fratello minore dell’allora capo del governo. È una storia su cui indaga, da due anni, la procura antimafia di Firenze. Perché Baiardo voleva parlare con Silvio Berlusconi? Si può sospettare che l’uomo di fiducia dei Graviano volesse ricattare il premier?" si chiede Repubblica.

Secondo Repubblica, "alla fine della conversazione, che avviene in via Negri, il fratello del premier chiama Giancame e gli dice: «Mimmo (Domenico Giancame, ndr), tu sei testimone: questa persona — indicando Baiardo — è venuta a dire cose che riguardano mio fratello per screditarlo». Giancame oggi è in servizio presso la presidenza del Consiglio. Chiamato a testimoniare dai pm, non ha alcun dubbio sulle parole che Paolo Berlusconi pronunciò e sul contesto in cui la conversazione avvenne".

Iscriviti alla newsletter
Tags:
berlusconifalconemessina denaro
Iscriviti al nostro canale WhatsApp





in evidenza
Lavoro forzato al capolinea: c'è il divieto Ue di vendere merce prodotta con lo sfruttamento

Politica

Lavoro forzato al capolinea: c'è il divieto Ue di vendere merce prodotta con lo sfruttamento


in vetrina
Djokovic re del tennis e del vino: "Produciamo syrah e chardonnay"

Djokovic re del tennis e del vino: "Produciamo syrah e chardonnay"





motori
Mercedes-Benz, Nuovo G 580 EQ la svolta elettrica nel fuoristrada

Mercedes-Benz, Nuovo G 580 EQ la svolta elettrica nel fuoristrada

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.