A- A+
Cronache
Migranti, un altro naufragio: questa volta a Lampedusa

Migranti: ennesimo naufragio di 42 persone a Lampedusa

Nuovo naufragio di migranti a Lampedusa: un barchino con 42 migranti, fra cui 5 donne e un minore, è affondato al largo dell'isola. A prestare i primi soccorsi è stato l'equipaggio di un peschereccio tunisino, subito dopo sono arrivati gli uomini della Guardia costiera.

Diversi migranti, originari di Costa d'Avorio, Camerun e Nigeria, sono stati portati al poliambulatorio perchè accusavano una forte ipotermia.

I superstiti hanno riferito che non ci sono dispersi e che la partenza è avvenuta da Sfax, in Tunisia. Dalla mezzanotte in poi, intanto, sono stati registrati altri 14 sbarchi, con 605 migranti arrivati.

All'hotspot di contrada Imbriacola, da dove ieri sono stati trasferite 750 persone, al momento ci sono oltre 3 mila migranti. Numeri di grave emergenza visto che il centro ne può contenere poco meno di 400. Sono in tutto 1.869 i migranti giunti a Lampedusa in questi giorni con 41 barche. 

Iscriviti alla newsletter
Tags:
migrantinaufragio
Iscriviti al nostro canale WhatsApp





in evidenza
Caso gioielli, Scotti punge Fagnani: “Belva addomesticata? Devi fare i nomi”

La conduttrice vs Striscia la Notizia

Caso gioielli, Scotti punge Fagnani: “Belva addomesticata? Devi fare i nomi”


in vetrina
Affari in Rete

Affari in Rete





motori
Lamborghini Urus SE: l'icona dei super SUV diventa ibrida

Lamborghini Urus SE: l'icona dei super SUV diventa ibrida

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.