A- A+
Cronache
Oncologo arrestato a Bari, la difesa: "Quali mazzette? Erano un regalo"
Vito Lorusso

Oncologo arrestato a Bari finisce ai domiciliari. Il giallo delle mazzette

Mai chiesto denaro ai miei pazienti. I 200 euro che mi sono stati consegnati il 12 luglio erano a titolo di amicizia e riconoscenza da una persona che seguo da anni”: è questa la linea difensiva di Vito Lorusso, oncologo primario dell’ospedale Giovanni Paolo II di Bari arrestato in flagranza per concussione e peculato solo tre giorni fa. Interrogato dalla giudice ha ribadito la sua innocenza, rimarcato come quei soldi ricevuti dai pazienti malati di tumore non erano mazzette, ma appunto "regali", atti di riconoscenza. Nel frattempo, la gip ha concesso i domiciliari al primario.

Riavvolgendo il nastro della vicenda, per gli inquirenti, sono però diversi gli episodi di concussione di cui il primario deve rispondere: nel solo verbale di arresto, si legge su Repubblica, "si fa riferimento ad altre quattro consegne di denaro avvenute l’11 luglio e una il 21 giugno". Le indagini infatti sono in corso da diversi mesi e si sono avvalse di intercettazioni telefoniche e ambientali: gli uomini della sezione di pg della questura hanno piazzato telecamere nello studio dell’oncologia dell’Irccs e osservato la consegna dei soldi.

LEGGI ANCHE: Bari, oncologo arrestato: "Presi soldi dai pazienti malati terminali"

Dai video, scrive sempre Repubblica, "sono state tratte alcune delle prove su cui la pm ha basato la richiesta di arresto in carcere; ma i difensori hanno precisato che l’udienza di convalida riguardava il solo episodio per quale era stato fatto l’arresto in flagranza e quindi soltanto su quello Lorusso avrebbe risposto, rinviando ulteriori spiegazioni ai momenti successivi all'applicazione di un’eventuale misura".

Il medico ha poi spiegato che "il rapporto con la persona che ha consegnato i 200 euro risale a diversi anni fa ed è nato in seguito alla segnalazione del suo caso da parte di un’amica in comune: l’uomo era stato operato a Milano per un tumore e aveva subito l’asportazione di un polmone; tornato in Puglia si era affidato alle cure di Lorusso e si era instaurato un rapporto di amicizia". 

Iscriviti alla newsletter
Tags:
barimazzetteoncologo
Iscriviti al nostro canale WhatsApp





in evidenza
La rivoluzione di Spalletti: 4 cambi in formazione (e un dubbio...)

Italia-Croazia

La rivoluzione di Spalletti: 4 cambi in formazione (e un dubbio...)


in vetrina
Il Made in Italy protagonista a New York: al via la fiera culinaria "Fancy Food Show"

Il Made in Italy protagonista a New York: al via la fiera culinaria "Fancy Food Show"





motori
Audi RS 3: nuovo record al Nürburgring

Audi RS 3: nuovo record al Nürburgring

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.