A- A+
Cronache
Padova, la "sacra vulva" in processione diventa un caso. La Digos indaga

Padova, la "sacra vulva" come la Madonna. La manifestazione

Una manifestazione a Padova è finita sotto la lente d'ingrandimento della Digos. Gli inquirenti valutano se ci siano i margini per una denuncia per la "sacra vulva". Il reato ipotizzato è quello contro il sentimento religioso. Non Una di Meno, movimento transfemminista italiano nato nel 2016 e che si batte per la fine della violenza patriarcale, ha organizzato blitz e azioni per denunciare le sempre minori possibilità di accedere all'aborto in maniere sicura e libera nella giornata di venerdì 21 aprile in tutta Italia. Con lo slogan "La genitorialità è una scelta, l’aborto un diritto". A Padova molte persone sono scese in piazza e si sono riunite in un corteo nel centro della città con partenza da Piazza Cavour sfilando con una vulva in cartapesta sulla portantina accompagnate da musica in sottofondo.

Si è trattato di una manifestazione pacifica sotto gli occhi attenti delle forze dell’ordine. Al momento nessuna persona è stata denunciata ma non si esclude nelle prossime ore ci possano essere indagati per l’ipotesi di reato contro il sentimento religioso. In una nota il movimento Non Una di Meno spiega il motivo del corteo: "I gruppi pro-vita e le loro diramazioni rappresentate in parlamento dalle forze di governo stanno attaccando la possibilità di scegliere sulle nostre vite: dal diritto all’aborto ai modi di fare famiglia fuori dalla norma eterosessuale e religiosa".

Iscriviti alla newsletter
Tags:
cronache padovasacra vulva
Iscriviti al nostro canale WhatsApp





in evidenza
"Rose Villain? Goduria la sua voce sul nostro tappeto di chitarre"

Finley, l'intervista di Affari

"Rose Villain? Goduria la sua voce sul nostro tappeto di chitarre"


in vetrina
Immobiliare, la battaglia degli spot: Sherlock e Watson sfidano la nonna

Immobiliare, la battaglia degli spot: Sherlock e Watson sfidano la nonna





motori
Winkelmann CEO Lamborghini, prudente sulle BEV il primo modello arriverà nel 2028

Winkelmann CEO Lamborghini, prudente sulle BEV il primo modello arriverà nel 2028

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.