A- A+
Culture

Di Cinzia Boschiero

I settori europei della cultura, del cinema, della televisione, della musica, della letteratura, delle arti dello spettacolo, del patrimonio culturale e gli altri settori correlati beneficeranno di un sostegno accresciuto grazie al nuovo programma Europa creativa della Commissione europea che è stato approvato oggi dal Parlamento europeo. Con un bilancio di 1,46 miliardi di euro nei prossimi sette anni, il 9% in più rispetto ai livelli attuali, il programma darà impulso ai settori culturali e creativi che rappresentano un'importante fonte di occupazione e di crescita. Europa creativa erogherà finanziamenti a vantaggio di almeno 250mila artisti e operatori culturali, duemila cinema, 800 film e 4.500 traduzioni di libri. Esso avvierà inoltre un nuovo strumento di garanzia finanziaria che consentirà alle piccole imprese attive in campo culturale e creativo di accedere a prestiti bancari per un totale di 750 milioni di euro. Europa Creativa prende le mosse dall'esperienza e dal successo dei programmi Cultura e Media che hanno sostenuto i settori culturali e audiovisivi per più di vent'anni. Il nuovo programma comprende un sottoprogramma Cultura che sostiene le arti dello spettacolo e visive, il patrimonio culturale e altri ambiti, nonché un sottoprogramma Media che erogherà finanziamenti al settore cinematografico e audiovisivo. Un nuovo filone transettoriale sosterrà la cooperazione strategica, le misure trasversali e il nuovo strumento di garanzia finanziaria che sarà operativo a partire dal 2016. Affaritaliani ha intervistato il Direttore artistico del più importante concorso europeo ed internazionale per la musica classica, il maestro Massimiliano Baggio.   

I giovani si avvicinano ancora alla musica classica in Italia e in Europa?
"In effetti c'è un interesse costante relativo alla musica classica anche nei giovani che si distinguono per la loro creatività soprattutto nella composizione musicale".

Il Concorso europeo ed internazionale di esecuzione musicale che Lei dirige come Direttore artistico è una grande opportunità per i giovani che scelgono di intraprendere il mestiere di musicista, come funziona?
"E' con giustificato orgoglio che possiamo affermare che per molti di loro sarà, come è stato in passato per i vincitori delle edizioni nazionali, il primo passo di una carriera concertistica densa di soddisfazioni in quanto il concorso, che è annuale, costituisce una importante occasione di confronto metodologico e didattico. In nessun altro luogo, infatti, giovani studenti di musica provenienti da diverse nazioni hanno l'occasione di riunirsi per comparare e scambiare informazioni, misurandosi con il pubblico e con se stessi e di crescere professionalmente. L'attività della Società Umanitaria non si ferma alla premiazione dei vincitori con l'assegnazione di una borsa di studio ma prosegue sulla strada dell'incentivazione della carriera artistica dei giovani talenti, impegnandoli a partecipare a qualificate manifestazioni concertistiche e offrendo loro la possibilità di incidere un cd con i brani portati al concorso. Vengono attribuite borse di studio e organizziamo poi per i vincitori una serie di concerti sia in Italia che in Europa.  I partecipanti sono tutti studenti di Istituti di alta formazione musicale provenienti dai 28 Paesi dell'Unione europea.

Come nasce questa iniziativa?
"Il Concorso nasce nel 1989, con una prima edizione a livello regionale che coinvolge i soli conservatori lombardi. Ha poi compreso tutti i 57 Conservatori italiani ed i 22 Istituti Musicali Pareggiati in Italia. Dal 2009, il Concorso ha superato i confini nazionali per esportare quello che è ormai divenuto un modello consolidato di selezione di giovani talenti e per rendere ancora più incisivo un sicuro trampolino di lancio verso una feconda carriera concertistica. Presso l'Umanitaria ogni anno il Concorso nazionale ed internazionale si sono alternati: il Concorso nazionale funge infatti da selezione per individuare coloro che rappresenteranno il nostro Paese nell'edizione internazionale dell'anno successivo, che si arricchisce, di anno in anno, di nuovi Paesi dell'Unione Europea, fino ad arrivare nel 2013 a coinvolgerli tutti. La prima edizione internazionale del 2009 ha visto la partecipazione di sei Paesi, la seconda del 2011 ne ha coinvolto diciassette, per arrivare a quest'anno con la partecipazione di tutti i Paesi comunitari. Questo progetto avrà il suo culmine nel 2015 quando il Concorso si aprirà a livello mondiale".

Ma come è cambiata la professione musicale e quali sono le reali opportunità lavorative per i giovani in questo settore?
"Il settore artistico e musicale in Italia ed in Europa è in continuo fermento. Certo è che la cultura musicale classica necessiterebbe un maggior supporto sia logistico (più sale e meglio gestite); sia di formazione (più agevolazioni ai conservatori e una maggiore valorizzazione degli insegnanti di musica)".

Con il nuovo programma  europeo ci saranno più fondi sia per la formazione, che per l'aggiornamento e per l'organizzazione di concerti, quanto è importante la sinergia tra associazioni ed enti europei come la Società Umanitaria?
"E' fondamentale la sinergia tra associazioni, conservatori, scuole di musica per dare anche più opportunità ai giovani e per dare spazio ai giovani talenti meritevoli. Serve sicuramente partecipare anche a iniziative comunitarie che diano rilievo alla musica classica che si sta rinvigorendo per qualità in tutti i Paesi comunitari".

Tags:
cultura
in evidenza
Heidi Klum reggiseno via in barca Diletta Leotta da sogno in vacanza

Wanda Nara.... che foto

Heidi Klum reggiseno via in barca
Diletta Leotta da sogno in vacanza

i più visti
in vetrina
Nicole Daza, chi è la compagna di Marcell Jacobs: la biografia

Nicole Daza, chi è la compagna di Marcell Jacobs: la biografia


casa, immobiliare
motori
Honda HR-V, arriva la tecnologia full Hibird

Honda HR-V, arriva la tecnologia full Hibird


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.