A- A+
Economia
Alitalia, in arrivo 2 aerei e 310 assunzioni

L'Alitalia assumera' entro la fine dell'anno 310 dipendenti a tempo indeterminato. E' quanto prevede, secondo quanto apprende l'Agi da fonti sindacali, l'accordo raggiunto stamane tra l'azienda e i rappresentanti dei lavoratori al termine di una lunga trattativa sulle misure in grado di rendere piu' efficiente l'aviolinea. I nuovi contratti interessano i settori della manutenzione (140 tutti per gli ex dipendenti in mobilita') e 170 il personale di terra ('ground' come viene indicato in gergo aeronautico). Di questi 170 lavoratori, 115 sono stagionali che verranno stabilizzati mentre gli altri 55 sono ex dipendenti attualmente in mobilita'.

Cassano: "Saremo una smart company" - "Con la nostra nuova livrea abbiamo reso migliore e piu' incisiva la nostra immagine di brand, mentre con i nuovi servizi abbiamo dato grande impulso all'offerta ai nostri ospiti, che oggi sono al centro di tutto quello che facciamo: abbiamo sviluppato questo nuovo approccio per offrire e rappresentare il meglio dello stile e dell'ospitalita' italiana, prendendo anche ispirazione dai centri di eccellenza presenti nelle compagnie del network Etihad Partners". E' quanto ha affermato l'amministratore delegato dell'Alitalia, Silvano Cassano, incontrando i giornalisti in occasione della presentazione del nuovo marchio della compagnia. "Il risultato - ha aggiunto Cassano - e' un modello di servizio che racchiude le migliori esperienze globali, mantenendo un gusto inconfondibilmente italiano". Secondo Cassano, il fattore principale per il successo della nuova Alitalia e' rappresentato dalla professionalita' e dall'impegno dei propri dipendenti. "Stiamo entrando in una nuova era. I nostri investimenti in formazione - ha sottolineato - non hanno precedenti nella storia di Alitalia. Coinvolgiamo migliaia di colleghi, per assicurarci che tutti abbiano gli strumenti adeguati per conseguire i piu' alti standard del settore". James Hogan, vice presidente di Alitalia oltre che presidente e amministratore delegato di Etihad Airways ha fatto presente che "la vecchia Alitalia aveva un buon brand ma era in difficolta' sotto il profilo del business". "Adesso - ha aggiunto il top manager australiano - siamo sulla strada giusta per assistere alla rinascita di questa compagnia cosi' rappresentativa, oggi avviata verso una nuova stagione di successi commerciali". "I passi compiuti dal management di Alitalia negli ultimi cinque mesi sono stati ammirevoli. Quella che vediamo oggi e' un'azienda piu' sicura delle proprie capacita'. Per la nuova Alitalia, il futuro e' luminoso".

Tags:
alitalia
i più visti
in evidenza
Simest, la qualità a supporto della competitività delle pmi italiane

Esportazioni

Simest, la qualità a supporto della competitività delle pmi italiane


casa, immobiliare
motori
Stellantis, successo confermato al Company Car Drive 2022

Stellantis, successo confermato al Company Car Drive 2022

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.