A- A+
Economia
Auto, Stellantis ci dà un taglio: via 33.500 posti di lavoro. Il piano Usa

Usa, Stellantis ha elaborato un piano di uscite incentivate e volotarie per tagliare 33.500 posi di lavoro

Negli Stati Uniti e in Canada Stellantis vuole ridurre la forza lavoro con un piano di uscite incentivate e volontarie. Il gruppo automobilistico guidato da Carlo Tavares, come riporta firstonline.it,  ha in programma di tagliare circa 33.500 lavoratori negli impianti manifatturieri. Lo ha annunciato il presidente del sindacato Uaw (United Auto Workers), Shawn Fain, tramite un post su Facebook criticando duramente la scelta del Gruppo.

Il presidente del sindacato Fain in una nota scrive: "Stellantis spinge per tagliare migliaia di posti di lavoro mentre incassa miliardi di profitti, è disgustoso. Questo è uno schiaffo in faccia ai nostri associati, alle loro famiglie, alle loro comunità e al popolo americano che ha salvato questa azienda 15 anni fa. Anche adesso, politici e contribuenti stanno finanziando la transizione dei veicoli elettrici, e questo è il ringraziamento che ottiene la classe lavoratrice. Vergogna per Stellantis".

Mentre il Chief Operating Officer di Stellantis, Mark Stewart, avrebbe detto ai dipendenti che una revisione delle attività del gruppo “ha messo in evidenza che dobbiamo diventare più efficienti”.

LEGGI ANCHE: Stellantis, ultimi test su 28 famiglie di motori eFuel

Iscriviti alla newsletter
Tags:
posti di lavorostellantisusa





in evidenza
Affari va in rete

MediaTech

Affari va in rete


motori
Luca De Meo CEO Renault Group, la visione dietro l'Alpine A290

Luca De Meo CEO Renault Group, la visione dietro l'Alpine A290

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.