A- A+
Economia
Axa liquida la sua quota in Mps (7,9%). Il titolo della banca crolla in Borsa

Axa liquida la sua quota in Mps: ecco che cosa sta succedendo

Come un fulmine a ciel sereno. Axa ha liquidato la sua intera partecipazione in Mps, pari al 7,9% del capitale azionario, realizzando anche una plusvalenza rispetto all’investimento profuso con l’aumento di capitale. I francesi si sono garantiti oltre 30 milioni di guadagno dopo aver ceduto 100 milioni di azioni. I francesi, infatti, avevano partecipato all'aumento di capitale mettendo sul piatto 200 milioni di euro. Ma la domanda che risuona è: perché? Come mai Axa ha deciso di uscire da una banca che, dopo anni complicatissimi, sta tornando in sesto e che può giocare un ruolo importante nel delineare il famoso terzo polo, alternativo a Unicredit e Intesa Sanpaolo? Intanto, Reuters ha lanciato una clamorosa indiscrezione che Affaritaliani.it ha potuto verificare con fonti vicine al dossier: nella riunione di domani in cui si decidono i titoli collocati sul Ftse Mib potrebbe essere il giorno del ritorno di Monte dei Paschi di Siena. È al momento un’indiscrezione che però sta circolando con insistenza.

Torniamo al rapporto con i francesi di Axa e alla loro scelta di uscire da Mps. La comunità finanziaria si sta sbizzarrendo su diverse teorie. Ma, prima di tutto, i fatti. I francesi, che detenevano fino a ieri una quota del 7,9% dell’istituto di credito senese, si sono sempre comportati da investitori puri. Hanno messo mano al portafoglio con l’aumento di capitale, aderendo rapidamente e senza tentennamenti. Poi, hanno deciso di passare all’incasso. L’hanno fatto in una giornata in cui il titolo viaggiava ben oltre quota 2,7 euro per azione. Oggi, dopo l’annuncio dell’operazione, il calo è di oltre l’8%, ma si tratta di una dinamica ampiamente attesa. Per quanto riguarda il titolo di Axa, il gruppo assicurativo guadagna il 2,06% in chiusura di Borsa grazie all'alleggerimento dovuto alle quote vendute. 

I francesi avrebbero realizzato – in attesa della comunicazione ufficiale – una plusvalenza di circa 80 milioni di euro e avrebbero rivenduto la loro quota a una pluralità di soggetti. Insomma, non hanno consegnato la loro quota a un unico investitore, ma l’hanno riversata sul mercato rendendo il titolo più liquido (e più appetibile). Si tratta di una ulteriore buona notizia per Siena, che già aveva visto richieste quasi triple per il bond collocato la scorsa settimana. Il Monte torna a essere interessante, in attesa di sapere chi verrà indicato dal Mef per le liste che andranno presentate in vista dell’assemblea del 20 aprile.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
axaazionistimefmps





in evidenza
Lavoro forzato al capolinea: c'è il divieto Ue di vendere merce prodotta con lo sfruttamento

Politica

Lavoro forzato al capolinea: c'è il divieto Ue di vendere merce prodotta con lo sfruttamento


motori
Mitsubishi ASX 2024: si rinnova per conquistare il segmento B-SUV

Mitsubishi ASX 2024: si rinnova per conquistare il segmento B-SUV

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.