A- A+
Economia
Europeo/ Non solo calcio, l'Inghilterra è sempre più Little Britain
Boris Johnson
Lapresse

Passata l’euforia, spenti (quasi del tutto) i cori del “po-po-po-po”, le paginate dei commentatori che decantano le gesta degli Azzurri, è tempo di riprendere in mano il pallottoliere. Corre l’Italia, e non solo per le sgroppate sulle fasce. Le stime sulla crescita del Pil sono state riviste al rialzo e c’è chi dice che si potrebbe perfino flirtare con un +5%. Il Pnrr, se impostato e correttamente portato a termine, consentirà una tale spinta per la nostra economia che il periodo pandemico verrà visto come un ricordo sbiadito e lontanissimo.

Ma mentre il nostro Paese per una volta è davanti a tutti, e non solo nel calcio, c’è chi esce sconfitto da Wembley e non solo. L’Inghilterra, infatti, rischia di pagare pesantemente dazio per le sue politiche eccessivamente libere in materia di contenimento del Coronavirus.

6075315 0113 euro 2020 italia inghilterra william kate george euforia delusione
 

Prima di tutto, la variante Delta è estremamente contagiosa. Le restrizioni alla mobilità da e verso Regno Unito, Spagna e Portogallo potrebbero essere questione di giorni. Creando un problema enorme per il turismo e l’economia di questi Paesi. Non basta: se il 19 luglio Boris Johnson deciderà veramente di eliminare anche le ultime forme prudenziali per arginare la diffusione del virus, c’è chi è convinto che si tratterà più di una mossa propagandistica che non di una genialata.

Ad esempio Commerzbank sostiene che l’incremento dei casi, la riduzione delle restrizioni e la variabile “impazzite” della variante Delta potrebbero portare a un nuovo lockdown con un successivo indebolimento della sterlina.

wembley
 

Secondo l’istituto di credito tedesco, “più tardi vengono imposti i blocchi, più duri e lunghi devono essere. E se ciò dovesse accadere, l’ottimismo del mercato” su un eventuale rialzo dei tassi da parte della Bank of England potrebbe essere infranto.

Non basta: a turbare i sonni degli inglesi ci sono altri motivi. Il primo è che la ripresa economica potrebbe aver già superato il suo picco e che il terzo trimestre potrebbe non essere più così brillante. Secondo Bank of America, ad esempio, è “probabile che la produzione economica raggiunga ancora i livelli pre-pandemia entro la fine dell’anno, ma ci sono segnali di grandi parti dell’economia che si stanno già stabilizzando e quindi aumentano i rischi di un persistente divario produttivi”.

(Segue...)

Commenti
    Tags:
    inghilterranazionale ingleseboris johnsonwembley inghilterrapiul uksterlinabrexitfamiglia realerazzismo contro calciatori inglesifair play inghilterra
    i più visti
    in evidenza
    Peggior partenza dal 1961-62 Col Milan Allegri sbaglia i cambi

    Disastro Juventus

    Peggior partenza dal 1961-62
    Col Milan Allegri sbaglia i cambi


    casa, immobiliare
    motori
    Ford: arriva la nuova Fiesta connessa ed elettrificata

    Ford: arriva la nuova Fiesta connessa ed elettrificata

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.