A- A+
Economia
Gas, ecco il piano Ue per ridurre la dipendenza da "Zar Putin"

La piena attuazione delle proposte "Fit for 55", spiega la Commissione, sono già destinate a ridurre il nostro consumo di gas del 30%, pari a 100 miliardi di metri cubi, entro il 2030. Con i provvedimenti nel piano "REPowerEU" potremmo eliminare gradualmente almeno 155 miliardi di metri cubi di gas fossile, ovvero equivalente al volume importato dalla Russia nel 2021.

Quasi i due terzi di tale riduzione può essere raggiunto entro un anno, ponendo fine all'eccessiva dipendenza dell'Ue da un unico fornitore. La Commissione propone di collaborare con gli Stati membri per individuare i progetti più adatti da soddisfare questi obiettivi, basandosi sull'ampio lavoro già svolto in materia di Pnrr. 

Bruxelles intende poi presentare, entro aprile, una proposta legislativa che richieda che gli stoccaggi di gas sotterraneo in tutta l'Ue siano riempiti almeno fino al 90% della capacita' entro il 1 ottobre di ogni anno. La proposta comporterebbe il monitoraggio e l'applicazione dei livelli di riempimento e costruirebbe un accordo di solidarietà tra Stati membri.

La Commissione, poi, proseguirà la sua indagine sul mercato del gas in risposta alle preoccupazioni circa le potenziali distorsioni della concorrenza da parte degli operatori, in particolare Gazprom. Per far fronte all'aumento vertiginoso dei prezzi dell'energia, la Commissione esaminerà tutte le possibili opzioni di emergenza per limitare l'effetto contagio dei prezzi del gas sui prezzi dell'energia elettrica, come ad esempio limiti di prezzo temporanei. 

Escluso infine il ricorso agli eurobond per finanziare la spesa energetica e della difesa, come emerso da alcune indiscrezioni. "Come Commissione non abbiamo nessun piano al riguardo, non so gli Stati membri", ha risposto il vice presidente della Commissione Ue, Frans Timmersmann, durante la conferenza stampa sul tema.

LEGGI ANCHE: 

L'amante di Putin, Alina Kabaeva, lascia la Russia e scappa in Svizzera - FOTO

Ucraina: per fermare Putin, conta più il brand activism della politica

"Salvini dai profughi? E’ in difficoltà, ora coerenza e sì allo Ius scholae"

Festa della donna e 8 marzo, nelle zone di guerra non c'è niente da celebrare

Comscore Top 100 Brand Informazione Online: boom di Affari Italiani col +27%

Quando Zelensky faceva il ballerino "fluido"

Nice, Jean-Philippe Demaël nominato nuovo Chairman del Cda

Banca Generali, a febbraio la raccolta netta totale a €496 mln

Fondazione FS Italiane: saranno riattivate le linee storiche ad uso turistico

Commenti
    Tags:
    bruxellesdipendenza da russiafornituregasmoscapetroliorepowereutimmermans




    
    in evidenza
    Ferragni e il giallo sull'addio del manager Damato: "Si è separata dal suo secondo marito"

    MediaTech

    Ferragni e il giallo sull'addio del manager Damato: "Si è separata dal suo secondo marito"


    motori
    ADAC Opel Electric Rally Cup: leadership verde nei rally europei

    ADAC Opel Electric Rally Cup: leadership verde nei rally europei

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.