A- A+
Economia
Governo, dal 1° gennaio licenziamenti consentiti. Cgil: "1 mln di disoccupati"

Governo, dal 1° gennaio licenziamenti consentiti. Cgil: "1 mln di disoccupati"

La crisi economica, conseguenza dell'emergenza Coronavirus, rischia di aggrevarsi a breve. Il governo, infatti, ha deciso che nn ci saranno proroghe al blocco dei licenziamenti. Le aziende dal 1° gennaio potranno tagliare i posti di lavoro e dalla Cgil arriva un serio allarme: "Un milione di posti di lavoro è a rischio". Il divieto di licenziare - si legge sulla Stampa - è in vigore dal 17 marzo ed è stato rinnovato già una volta, prorogando il termine del 17 agosto. Peraltro, con le regole attuali, alcune imprese potrebbero finire la cassa integrazione a novembre e procedere con il taglio dei dipendenti.

Il decreto Agosto aveva già allargato le maglie: se nei mesi della prima ondata della pandemia - prosegue la Stampa - il blocco era generalizzato, una lunga e complicata intesa tra Pd e Movimento 5 stelle lo ha poi reso «flessibile». È stata introdotta la possibilità di licenziare per cessazione dell’attività, in presenza di un accordo collettivo di incentivo all’esodo e in caso di fallimento. Oltre che dopo aver esaurito la cassa integrazione. Il capitolo sul lavoro nella manovra prevede la conferma del bonus 100 euro per i redditi fino a 40 mila; il rinnovo della decontribuzione del 30% nel Mezzogiorno e gli incentivi triennali per l’assunzione dei giovani.

Commenti
    Tags:
    governoblocco licenziamentida quando si può licenziarecassa integrazione quando scadeaziende licenziamenticgilmanovra finanziaria governogiuseppe conteaiuti economici lavoratori
    i più visti
    in evidenza
    Jo Squillo in burqa per le donne La protesta scade nel ridicolo

    GF VIP 2021

    Jo Squillo in burqa per le donne
    La protesta scade nel ridicolo


    casa, immobiliare
    motori
    Dacia: nuovo restyling per un Duster che va sempre più...SUV

    Dacia: nuovo restyling per un Duster che va sempre più...SUV

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.