A- A+
Economia
L'ennesima intemerata della Lagarde fa volare lo spread e crollare la borsa
Christine Lagarde, Presidente della BCE

L'ennesima intemerata della Lagarde fa volare lo spread e crollare la borsa

La legge di Murphy dice che se qualcosa può andar male, lo farà. Un corollario potrebbe diventare la legge Lagarde, che dovrebbe recitare più o meno così: “Se la numero uno della Bce può dire qualcosa di sbagliato, lo farà”. Non le è bastato, dunque, definirsi una sorta di zerbino di Nicola Sarkozy in alcune missive quantomeno imbarazzanti. Non era neanche sufficiente – nei primi giorni del Covid – presentarsi davanti ai microfoni dei giornalisti per ammettere candidamente di non essere lì per ridurre gli spread, causando il più grave tracollo nella storia di Piazza Affari (-17,97%). No, all’indomani della prima riduzione dei tassi in quattro anni, Christine “Disastro” Lagarde pensa bene di dire che il cammino per il taglio del costo del denaro sarà lungo e accidentato.

LEGGI ANCHE: Borsa, tonfo di Piazza Affari: lo spread torna a fare paura

E il risultato, manco a dirlo, è di portare i rendimenti dei Btp italiani di nuovo sopra il 4%, di far alzare lo spread sopra i 140 punti base e far crollare le Borse. Altro che effetto della destra vittoriosa alle europee: l’unico spauracchio per i mercati si chiama Lagarde, la donna incapace di dire almeno una volta ogni tanto qualcosa di giusto. Non è il momento di lasciarsi andare a dichiarazioni allarmiste: lo scenario internazionale rimane complicatissimo e le manovre di navi da guerra americane e russe nel Mar dei Caraibi riporta le lancette indietro di oltre 60 anni, alla crisi dei missili a Cuba. Il ritorno della Guerra Fredda si fonde con la tragedia ucraina e il pastrocchio in Medio Oriente.

LEGGI ANCHE: Bce, Lagarde: "Potremmo fermarci a un solo taglio dei tassi, troppe incognite"

Senza contare una produzione industriale in Italia che continua a calare, una Germania che stenta e un’Europa sempre più schiacciata tra Stati Uniti e Cina, che stanno cannibalizzando qualsiasi tema economico di rilievo, dai chip all’intelligenza artificiale fino alla difesa. Così, mentre il continente unito non riesce a mostrarsi minimamente solidale, la Lagarde apre bocca come se fosse a bere un the con e amiche e fa danni. Ci siamo ormai abituati, ma ci vuole pazienza: d’altronde, mancano solo tre anni e mezzo alla fine del suo mandato. Non resta che aspettare: fortunatamente, il presidente della Bce non può essere riconfermato. Ma non diteglielo, altrimenti chissà che cosa potrebbe inventarsi, causando un ulteriore tracollo dei mercati. 
 






in evidenza
Bianca Censori regina alla Fashion Week. Le foto

Lady Kanye West sfila a Parigi

Bianca Censori regina alla Fashion Week. Le foto


motori
24 ore di Le mans, Porsche dona 911.000 euro con "Racing for Charity"

24 ore di Le mans, Porsche dona 911.000 euro con "Racing for Charity"

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.