A- A+
Economia
Manovra, allarme Sanità: servono 4 mld ma le casse dello Stato sono vuote
Giorgia Meloni e i tagli alla Sanità

Manovra, medici pronti alla mobilitazione: la promessa del rinnovo dei contratti e il rischio tagli

Il governo è alla disperata ricerca di fondi per finanziare la manovra, servirebbero almeno 40 miliardi per tenere fede a tutte le promesse fatte in campagna elettorale, ma la realtà sotto gli occhi della premier Meloni è ben diversa. Per ora nella disponibilità del Tesoro ci sono solo 8,5 mld, una cifra modesta rispetto ai desiderata. Tra le varie voci di spesa critiche e a rischio c'è quella relativa alla Sanità.

Medici e infermieri sono sul piede di guerra perché il contratto collettivo è scaduto da due anni e avevano ricevuto rassicurazioni per questa Legge di Bilancio. Le trattative per il contratto scaduto - si legge su Il Sole 24 Ore - sono ripartite dopo la pausa estiva e si potrebbero tradurre in aumenti fino a 190 euro al mese in busta paga.

Ma il governo potrebbe non garantire le risorse sufficienti per la sopravvivenza del Servizio sanitario nazionale stretto tra risorse contingentate e carenza di personale. Per i medici si prepara un autunno caldissimo e per questo i sindacati dei camici bianchi si dicono "pronti alla mobilitazione" per l’emergenza Sanità già dimenticata dopo il Covid.

Leggi anche: Legge di Bilancio, allarme da Bruxelles: "Il pil cresce meno del previsto"

Leggi anche: Decreto anti-baby gang: via il cellulare al minore che commette reato

Iscriviti alla newsletter
Tags:
manovrasanità





in evidenza
Affari va in rete

MediaTech

Affari va in rete


motori
DS Automobiles svela la Collection Antoine de Saint-Exupéry

DS Automobiles svela la Collection Antoine de Saint-Exupéry

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.