A- A+
Economia
Patto di stabilità, “L’Italia resista: non deve accettare, ma trattare ancora”
Unione Europea

Patto di stabilità, Confimprenditori: "L'Italia non deve dire sì a scatola chiusa"

Si avvicina il termine ultimo dato agli Stati europei per raggiungere un accordo sulla riforma del Patto di stabilità e crescita. Infatti, "la clausola di salvaguardia generale del Patto di stabilità e crescita, che prevede in caso di una grave recessione economica una deviazione temporanea dai requisiti di bilancio normalmente applicabili, sarà disattivata alla fine del 2023", ha confermato all'AGI una portavoce della Commissione europea. È escluso quindi ogni slittamento o proroga delle misure straordinarie che negli ultimi tre anni hanno permesso agli Stati di ricorrere al deficit - per rispondere al Covid, prima, e alla crisi ucraina, poi - senza il timore di finire in procedura d'infrazione.

Leggi anche: Gentiloni trascina l'Italia in "serie C". Patto di stabilità, ecco la batosta

Nonostante le condizioni stringenti però, l’accordo dei Ventisette tarda a concretizzarsi. Neanche il compromesso proposto dall’esecutivo europeo ha permesso di “trovare una quadra” accettabile, con la Germania che impone i parametri oggettivi comuni e la Francia e l’Italia che fanno fronte contrario.  

Leggi anche: Patto Stabilità, Draghi corre in soccorso della Meloni: "Sì a nuove regole"

La conferma della posizione italiana sul tema è ben delineata da Stefano Ruvolo, presidente di Confimprenditori: “Inutile girarci intorno: la reintroduzione del Patto di stabilità, per quanto “riformato”, non sarà una buona notizia. Di fatto, in una fase che è già di rallentamento economico, si aggiungerà un ulteriore elemento di austerità e rigidità. La stessa proposta di riforma elaborata dalla Commissione non è soddisfacente: è oggettivo il fatto che lo schema sarà piuttosto penalizzante per i paesi a debito alto come l’Italia. Per questo, riteniamo che si debba trattare ancora. Non è interesse dell’Italia dire sì a scatola chiusa”. 

Iscriviti alla newsletter
Tags:
confimprenditoriitaliapatto di stabilità





in evidenza
Maneskin, Damiano e Victoria stufi. La band si scioglie? Le indiscrezioni

Le due star vogliono diventare solisti

Maneskin, Damiano e Victoria stufi. La band si scioglie? Le indiscrezioni


motori
La Nuova MINI Cooper S 5 porte: spazio e divertimento alla guida

La Nuova MINI Cooper S 5 porte: spazio e divertimento alla guida

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.