A- A+
Economia
Auto, Stellantis "riaccende" la produzione in Italia e attacca il governo
(Fonte immagine: La Presse) 

Stellantis rassicura sull'Italia, ma l'impatto sui volumi produttivi di auto non ci sarà prima del 2026

Stellantis punta sull'ibrido per rilanciare la produzione di auto in Italia. Il ceo Carlo Tavares ha incontrato i sindacati metalmeccanici per fare il punto sugli stabilimenti di Mirafiori e Melfi. Nella fabbrica di Torino, il gruppo automobilistico francese, si impegna a sviluppare una versione ibrida della 500, sulla piattaforma della versione elettrica, oltre ad una nuova versione ibrida della Jeep Compass che invece sarà realizzata nello stabilimento di Melfi. Le parole di Tavares suonano come un attacco al governo italiano, in particolare al ministro Urso. "In Stellantis - dice il ceo e lo riporta Il Corriere della Seraamiamo le auto, i brand, non ci scusiamo per questo. Anche quando succedono cose negative, non bisogna dimenticare che amiamo tutto questo. Nonostante le difficoltà, le critiche, e a volte gli insulti, andiamo avanti. Continuiamo a muoverci e a fare le cose". Destinatario: il ministro delle Imprese Adolfo Urso, che aveva ingaggiato una polemica per la nuova Alfa Romeo, Milano ("Non si può, è fatta in Polonia"). Dissenso seguito dal sequestro al porto di Livorno di 124 Topolino assemblate in Marocco. Si tratta - sottolinea il segretario della Fim Ferdinando Uliano a Il Sole 24 Ore - di un significativo risultato che ci intestiamo come organizzazioni sindacali, visto le pressioni, le iniziative e le manifestazioni messe in campo - - per preservare la missione produttiva di Mirafiori".

Leggi anche: Alfa Romeo, lancia l’iniziativa "Diamo valore al made in Italy"

L’impatto sui volumi produttivi comunque - prosegue Il Sole - è lontano, perché la produzione inizierà nel 2026, sarà dunque necessario gestire almeno un biennio complicato dal punto di vista industriale, tanto che i sindacati hanno chiesto di anticipare la produzione al 2025. L’incontro è stata anche l’occasione per ribadire le missioni industriali degli altri stabilimenti: a Cassino la produzione della nuova Alfa Romeo Stelvio inizierà nell’autunno del 2025 poi nel 2026 sarà la volta della Giulia, con un nuovo modello nel 2027. A Pomigliano il progetto Pandina durerà fino al 2029 e andrà avanti, ha assicurato Tavares, se non ci saranno restrizioni da parte dell’Ue. A Melfi entro il 2026 i modelli in produzione saranno cinque.






in evidenza
Anna Falchi-Andrea Crippa: finita Lei ha un nuovo amore misterioso

Relazione durata sei mesi

Anna Falchi-Andrea Crippa: finita
Lei ha un nuovo amore misterioso


motori
BMW M2: La nuova frontiera delle compatte sportive ad alte prestazioni

BMW M2: La nuova frontiera delle compatte sportive ad alte prestazioni

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.