A- A+
Economia
Superbonus, ecco come uscire dall'impasse: “Compensare i crediti con gli F24"

Marattin: "Superbonus, ecco una proposta per uscire dall'impasse"

“Punti di contatto col governo ne abbiamo ben pochi, ma con Nordio parecchi: che cosa intende fare il ministro?”. Luigi Marattin, deputato di Italia Viva, racconta in un’intervista a tutto tondo ad Affaritaliani.it quale sia l’idea politica ed economica del Terzo Polo (“non è in crisi”) e boccia definitivamente il Pd: “Va rispettato come tutti gli avversari”

Marattin, facciamo chiarezza sul provvedimento del governo che qualcuno definisce “omicida” del Superbonus: è davvero così? 

Il vero omicidio del Superbonus lo fecero coloro che, invece, proclamano esserne gli amorevoli padri: il Movimento Cinque Stelle. Quando nel Decreto Rilancio del maggio 2020 imposero – contro le proteste di molti di noi – di accompagnare il superbonus con la circolazione libera, totale e incontrollata di tutti i crediti di imposta relativi ai bonus edilizi. Avevano creduto alle baggianate sulla “moneta fiscale”, che avevano letto su non so quale delirante blog complottista. Quella sciagurata mossa non solo ha creato miliardi di truffe ai danni dei contribuenti italiani, ma ha anche reso inevitabile le successive strette che, come sempre accade, hanno coinvolto e danneggiato anche le imprese oneste. E la stessa cosa è avvenuta ora, con il pronunciamento di Eurostat.

La scelta dell’esecutivo è corretta? O c’erano altre strade da prendere?

La scelta di intervenire sulla cedibilità dei crediti da ora in poi è la diretta e inevitabile conseguenza della decisione di Eurostat in merito alla corretta contabilizzazione di questo tipo di attività. Personalmente – leggendo anche la nota Eurostat originale - ho solo qualche dubbio che sia necessario il blocco totale e non, ad esempio, una singola cessione. Ma il punto vero è sul pregresso. Nel Decreto-legge di ieri il Governo ha ulteriormente proseguito il percorso intrapreso dal Governo Draghi sull’alleggerimento delle responsabilità per chi acquista questi crediti, ma è tutto da vedere se sarà sufficiente ad evitare i gravi problemi di liquidità di alcune imprese di costruzione. Noi una proposta l’avevamo fatta, nella scorsa Legge di Bilancio: permettere agli istituti bancari di compensare i crediti usando gli F24 della clientela. 

A proposito del governo, sono passati poco più di 100 giorni dal suo insediamento: che cosa ne pensa? C’è qualche punto di contatto con le posizioni del cosiddetto terzo polo?

Molto pochi. Abbiamo tanti punti di contatto col Ministro Nordio (escludendo la sua gestione del caso Donzelli-Delmastro) e con le sue idee di riforma della giustizia. Ma lì la vera domanda è capire quanti punti di contatto abbia, invece, il Ministro Nordio con la sua stessa maggioranza.

Il 31 marzo verranno presentate le liste per il rinnovo delle partecipate: che cosa si aspetta?

Dipende se vorranno seguire il metodo Rivera-Barbieri (e cioè la sostituzione, nel ruolo di Direttore Generale del Tesoro, di una persona di indubbia qualità con un’altra persona di indubbia qualità) oppure se prevarrà la fame di poltrone che normalmente prende chi è stato a lungo all’opposizione. In quest’ultimo caso di solito i criteri di merito e qualità soccombono di fronte ad altri criteri.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
cessione dei creditif24luigi marattinsuperbonus





in evidenza
Top 100 Informazione online: boom di Affaritaliani.it a gennaio (+33%)

La classifica comscore

Top 100 Informazione online: boom di Affaritaliani.it a gennaio (+33%)


motori
L’Economia Circolare di Stellantis in aumento del 18% nel 2023

L’Economia Circolare di Stellantis in aumento del 18% nel 2023

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.