A- A+
Economia
Vincent Bollorè, festa d'addio: l'impero mediatico ai figli Yannick e Cyrille
Vincent Bollorè, a 69 anni, ha deciso di lasciare ai figli la gestione del suo impero mediatico (Imagoeconomica)

La festa per la successione del "Rupert Murdoch francese"

Vincent Bollorè, 69 anni, ufficializza il passaggio del timone del suo impero mediatico ai figli: Yannick, presidente del Consiglio di sorveglianza di Vivendi, e a Cyrille, Ceo del gruppo Bolloré. Sarà Ergué-Gabéric, il paesino nei pressi di Quimper dove nel 1822 la storia del gruppo Bollorè è iniziata, ad ospitare la festa. Si partirà da una messa nella cappella di Kerdévot per poi proseguire con un pranzo nel maniero della famiglia, con circa 100 invitati-VIP. E, se non fosse stato per il Covid-19, gli ospiti sarebbero stati addirittura 700, come rivelato dall’entourage del “Rupert Murdoch francese”, come molti lo chiamano in Patria. Bolloré ha deciso di trasferirsi in un hotel particulier a Boulevard de Montmorency, acquistato alcuni anni fa.

La contestazione del collettivo "Stop Bollorè"

Saranno quindi i figli a gestire un impero mediatico del quale fanno parte Canal+, il canale all news Cnews, C8 e gli asset del gruppo Lagardère: il Journal du Dimanche (Jdd), Paris Match, la casa editrice Editis, la radio Europe 1. Una vera e propria corazzata, che suscita ammirazione, ma anche dure critiche. Si chiama infatti “Stop Bolloré” il collettivo costituito lo scorso dicembre da sindacati (Cgt, Cfdt, Snj), associazioni (Attac, Solidaires), media (Les Jours, Politis, Reporterre..) e esponenti della sinistra, dal quale è partita una denuncia decisamente piccata: “Solo nel mondo dell’editoria, presto controllerà oltre il 70% dei libri di testo scolastici, metà dei tascabili, un centinaio di case editrici, con un quasi monopolio sulla distribuzione dei libri. Questa concentrazione mediatica è senza precedenti nella nostra storia. Ribalta tutti i principi democratici garantiti dalla seconda guerra mondiale, e tutti i progressi nella libertà di stampa, nel diritto all’informazione e nei media. Davanti ai nostri occhi increduli si sta svolgendo una rivoluzione retrograda che dobbiamo con urgenza impedire”. Secondo i suoi detrattori, l’impresa di Bollorè è “ volta ad usare il potere economico per controllare l’informazione, al fine di acquistare potere politico e instaurare un’egemonia liberticida e antidemocratica”.

 

Leggi anche:

MSC, Aponte vuole la logistica di Bollorè in Africa: offerta da 5,7 miliardi

Tim, Bollorè boccia l'Opa Kkr: "Insufficiente". Sindacati pronti allo sciopero

Mediaset, chiesta archiviazione per Bollorè e de Puyfontaine

Commenti
    Tags:
    canal +cyrille bollorèvincent bollorèyannick bollorè




    
    in evidenza
    Il "Gioco dell'oca" diventa leghista C'è la casella Stop utero in affitto

    Europee/ L'idea di Lancini

    Il "Gioco dell'oca" diventa leghista
    C'è la casella Stop utero in affitto


    motori
    Vespa World Days 2024: oltre 30mila vespisti convergono a Pontedera

    Vespa World Days 2024: oltre 30mila vespisti convergono a Pontedera

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.