A- A+
Esteri
Adams nuovo sindaco di New York, secondo afroamericano storia
Eric Adams (Lapresse)

Adams nuovo sindaco di New York, secondo afroamericano storia

Adams nuovo sindaco di New York, secondo afroamericano storia. Batte il repubblicano Sliwa e prende il posto di Bill de Blasio

Eric Adams, il Dem nuovo sindaco nero di New York

Un afroamericano, ex agente di polizia e sindacalista che ha fatto della battaglia contro il razzismo una priorita' del suo impegno, e' il nuovo sindaco di New York: sara' il secondo afroamericano a governare la capitale morale, economica e finanziaria degli Stati Uniti. Senatore dello Stato, presidente del distretto di Brooklyn, ex capitano di polizia Eric Adams, 61 anni, ha battuto con netto distacco Curtis Sliwa, il pittoresco repubblicano fondatore dei Guardian Angles, la fondazione no-profit volontaria per la prevenzione del crimine. Assumera' la carica di sindaco di New York a gennaio, al posto di Bill de Blasio, e sara' il secondo sindaco nero nella storia della megalopoli dopo David Dinkins. Nato in una famiglia povera a Brooklyn, cresciuto nel Queens, da ragazzo quasi 'flirtava' con la criminalita' cosi' come molti newyorkesi degli strati piu' popolari; ora ha promesso che lavorera' per ridurre le disuguaglianze in quello che e' il tempio del capitalismo, messo a dura prova dalla pandemia di covid-19, che ha fatto 34mia morti; ma si battera' anche contro l'insicurezza e la criminalita', la principale preoccupazione di una parte del suo elettorato, che gli ha dato fiducia per la sua vasta esperienza di 22 anni nelle forze dell'ordine. "Tra quattro anni, la citta' non sara' piu' la stessa", ha promesso. A differenza di De Blasio, spinto alla vittoria nel 2013 da un messaggio dai toni populisti, Adams, un centrista, ha prevalso nelle primarie Dem grazie al sostegno della classe media, alla comunita' nera e al movimento operaio ma anche grazie all'appoggio dei ricchi che ha corteggiato: vegano, sempre armato di sorriso e con una smisurata fiducia in se stesso, e' riuscito a stringere alleanze trasversali in tutti i quartieri della citta': le comunita' piu' deprivate come quella afroamericana a quella latina; ma battendo ogni angolo della Grande Mela e' riuscito anche a trovare consenso tra le grandi fortune dell'e'lite degli affari, come il proprietario dei Mets Steve Cohen o l'ereditiera di Loews, Laurie Tisch. Aiuti che, tradotti in donazioni che hanno sfiorato i nove milioni di dollari, gli hanno permesso prima di scalzare i candidati piu' progressisti, nelle primarie del partito, e poi vincere. E il suo messaggio - "La sicurezza pubblica e' il prerequisito per la prosperita'" - ha conquistato anche gli elettori democratici della classe operaia fuori delle enclavi tradizionalmente liberali di Manhattan. Adesso lo attende una grande scommessa: gestira' un bilancio che e' il piu' ricco di un comune negli Stati Uniti; e siedera' sulla poltrona considerata piu' scomoda, in Usa, dopo quella alla Casa Bianca.

Commenti
    Tags:
    eri adams sindaco new yorkeric adamseric adams sindaco





    in evidenza
    Top 100 Informazione online: boom di Affaritaliani.it a gennaio (+33%)

    La classifica comscore

    Top 100 Informazione online: boom di Affaritaliani.it a gennaio (+33%)

    
    in vetrina
    Sardegna, Elly e Todde si guardano negli occhi... L'intesa vincente prima delle elezioni

    Sardegna, Elly e Todde si guardano negli occhi... L'intesa vincente prima delle elezioni


    motori
    DS Automobiles celebra 10 Anni in Italia con la serie speciale EDIT10N LIMITÉ

    DS Automobiles celebra 10 Anni in Italia con la serie speciale EDIT10N LIMITÉ

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.