A- A+
Esteri
Sanzioni, via all'allentamento per gas e grano: la strategia di Putin funziona

Sanzioni alleggerite, così vince Putin

"Vladimir Putin sa che ricattare funziona. E quindi aspettiamoci altri ricatti". È quanto ha dichiarato dieci giorni fa - come riporta il Corriere della Sera - l'amministratore delegato della compagnia ucraina del gas Naftogaz. Yury Vitrenko, questo il nome del manager, ci ha visto giusto perché negli ultimi giorni le sanzioni dell'Occidente contro la Russia si sono progressivamente ridotte: in primis, per permettere alla Russia di vendere nel mondo grano e fertilizzanti. Si legge sul Corriere, infatti, che l'accordo "sulla riapertura dei porti ucraini per l'export di venti milioni di tonnellate di grano corrisponde a un'intesa che solleva alcune sanzioni finanziarie e permette alla Russia di vendere nel mondo grano e fertilizzanti più facilmente". 

Non solo: negli ultimi giorni il flusso di petrolio, dopo dieci giorni di manutenzione, è ripreso a livelli più elevati rispetto alle settimane precedenti. Un caso? ovviamente no, perché è stato approvato un regime favorevole a Mosca che rende più agevoli i pagamenti per le compagnie assicurative e altri operatori quando Gazprom o Rosneft vendono gas e petrolio nei Paesi terzi. Ora si vedrà, perché i messaggi di Putin rimangono ondivaghi: da una parte bombarda Odessa, dall'altra riapre i porti ucraini per permettere  di far partire il grano. Nel mezzo un mondo che osserva sgomento le mosse del presidente. 

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    putin





    in evidenza
    Fagnani in crisi con Mentana? L’indizio rivelatore che incuriosisce

    La coppia più famosa del giornalismo

    Fagnani in crisi con Mentana? L’indizio rivelatore che incuriosisce

    
    in vetrina
    Fuorisalone, la guida di Affari agli eventi della Milano Design Week 2024

    Fuorisalone, la guida di Affari agli eventi della Milano Design Week 2024


    motori
    Fiat: Partner di Torino Capitale della cultura d’impresa 2024

    Fiat: Partner di Torino Capitale della cultura d’impresa 2024

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.