A- A+
Esteri
Cina-Filippine, sale la tensione: collisione tra imbarcazioni in acque contese

Una nave filippina e una nave cinese si sono scontrate nelle acque contese del mar Cinese Meridionale

Una collisione tra una nave filippina e un'imbarcazione cinese nei pressi delle Isole Spratly, nel Mar Cinese Meridionale, alimenta la tensione tra i due Paesi nell'area rivendicata da Pechino."La nave da rifornimento filippina ha ignorato numerosi avvertimenti da parte cinese" e "si è avvicinata alla nave cinese in modo poco professionale, provocando una collisione", ha detto la guardia costiera di Pechino in una nota in cui si accusato l'imbarcazione di essere “entrata illegalmente nelle acque vicino al Ren'ai Reef”, nome cinese del Secondo Atollo Thomas.Le forze armate filippine hanno respinto la versione di Pechino, dichiarando di non dare "alcuno credito alle affermazioni fuorvianti e ingannevoli della guardia costiera cinese".L'atollo si trova a circa 200 chilometri dall'arcipelago filippino di Palawan, e a più di 1.000 chilometri dalla costa cinese più vicina, l'isola di Hainan.

LEGGI ANCHE: Mar Cinese Meridionale, Trump serra i ranghi. Ma a sud est non tutti si fidano

All’inizio del mese, l’esercito filippino aveva denunciato il “sequestro” illegale da parte di imbarcazioni cinesi di generi alimentari e medicinali paracadutati a metà maggio e destinati all’avamposto militare filippino sullo stesso atollo, e aveva accusato Pechino di “attività aggressiva e interferenza ingiustificata”.Pochi giorni dopo, la guardia costiera filippina ha diffuso un video che mostrava la controparte cinese che bloccava e si scontrava con due navi filippine che stavano effettuando l’evacuazione medica di un soldato.Pechino rivendica quasi l’intero Mar Cinese Meridionale, comprese le acque e le isole vicino alle coste di molti dei suoi vicini, nonostante una sentenza della corte internazionale del 2016. Anche Filippine, Brunei, Malesia, Taiwan e Vietnam rivendicano numerose barriere coralline e isolotti in questo mare, che  potrebbero contenere ricche riserve di petrolio.

Nell'atollo le truppe filippine hanno installato una guarnigione a bordo di una arenata nave per difendere le rivendicazioni di Manula in questa zona.Pechino schiera la guardia costiera e altre navi per pattugliare il Mar Cinese Meridionale e ha trasformato le barriere coralline in postazioni militari.Sabato le Filippine hanno chiesto alle Nazioni Unite il riconoscimento dei loro diritti sovrani sulla piattaforma continentale al largo delle loro coste nel Mar Cinese Meridionale. Lo stesso giorno, la Cina ha reso note una serie di norme che consentono alla sua guardia costiera di detenere, senza processo, gli stranieri “sospettati di aver violato le frontiere”. 






in evidenza
"Vi racconto tutta la verità...". Angelica Schiatti, Morgan esce allo scoperto

L'artista accusato di revenge porn

"Vi racconto tutta la verità...". Angelica Schiatti, Morgan esce allo scoperto


in vetrina
Un racconto sulle assurdità del nazismo: la recensione di Ferrovie del Messico

Un racconto sulle assurdità del nazismo: la recensione di Ferrovie del Messico


motori
Renault Rafale: l'auto ufficiale della presidenza della Repubblica Francese

Renault Rafale: l'auto ufficiale della presidenza della Repubblica Francese

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.