A- A+
Esteri
Coronavirus, così Fosun aiuta l'Italia a combattere il virus
(fonte Lapresse)

L'Italia ora guarda alla Cina per provare a risolvere la mancanza di mascherine e materiale sanitario utile a fronteggiare l'emergenza coronavirus. Da una parte c'è il governo Conte, che sta acquistando da Pechino un pacchetto di ventilatori polmonari. Dall'altra ci sono anche le iniziative di alcune aziende cinesi o legate alla Cina, attive sotto il profilo delle donazioni o dell'intermediazione tra domanda e offerta. E' il caso di Paref, gruppo francese di riferimento nel settore della gestione immobiliare, che fa parte di Fosun International, conglomerato cinese con sede a Shanghai.

"La salute è uno dei pilastri della strategia globale di Fosun", spiega ad Affaritaliani.it Antoine Castro, amministratore delegato di Paref, partner di Fosun Hive e componente del board di Fondazione Italia Cina. "Fosun ha diversi investimenti in Italia: Club Med, Wolford, Lanvin e indirettamente immobili come il The Medelan di piazza Cordusio a Milano, dove sono in corso lavori molto importanti con più di cento operai al giorno sul cantiere. E anche Paref è presente a Milano. Avendo già dovuto gestire questo dramma in Cina, Fosun è consapevole dei rischi che corrono i cittadini italiani. Dobbiamo proteggere lo staff e i clienti del nostro gruppo milanese. Da qui abbiamo pensato di provare ad aiutare tutta la città di Milano".

"Abbiamo già fatto una prima donazione di mascherine al Comune di Milano", spiega Castro. "Siamo in stretto contatto con la Regione Lombardia, la Protezione Civile per completare una seconda donazione, sempre di mascherine e tute protettive. Direttamente per chi è in prima linea, perché vogliamo sostenere e proteggere i medici e tutti coloro che devono gestire l'emergenza. La seconda attività che facciamo è quella di aiutare la Regione ad avere un accesso diretto a produttori cinesi per poter comprare quello di cui c'è bisogno: mascherine, gel, occhiali, respiratori. Insomma, creiamo un'interfaccia tra Italia e Cina per facilitare e velocizzare gli aiuti, svolgendo anche assistenza sotto il profilo delle certificazioni che rende idonea la produzione cinese per le norme europee".

WhatsApp Image 2020 03 12 a
Antoine Castro

"Non sono un medico e non mi sento di giudicare la gravità del COVID-19", dice Castro. "Ma mi sembra evidente che non si tratta di una semplice influenza. Da parte nostra cerchiamo di fare il massimo per aiutare mettendo insieme anche vari gruppi cinesi per cercare di coordinare gli aiuti verso l'Italia ma non solo. Fosun ha aiutato anche la Corea del Sud e il Giappone e credo che nelle prossime settimane accada anche per la Francia o altri paesi". 

"Siamo consapevoli che non è un problema italiano, ma mondiale", conclude Castro. "L'Italia ha preso decisioni drastiche, anche a costo di penalizzare l'economia, mettendo giustamente al primo posto la salute dei cittadini italiani ed europei. Anche quei paesi che ancora non hanno preso misure per contenere l'emergenza dovranno farlo presto. Sono comunque convinto che l'Italia saprà presto uscire da questo difficile momento. Come ha detto ieri sera il premier Giuseppe Conte, rimaniamo distanti oggi per abbracciarci con più calore e per correre insieme più veloci domani. Ce la faremo".

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    coronavirus italiamascherinecinaitaliafosunparef
    in evidenza
    Neve e gelo all'assalto dell'Italia Le previsioni sono da brivido

    Meteo, offensiva siberiana

    Neve e gelo all'assalto dell'Italia
    Le previsioni sono da brivido

    i più visti
    in vetrina
    Kendall Jenner sfida meteo, neve e gelo in bikini nero. Guarda che stivali!

    Kendall Jenner sfida meteo, neve e gelo in bikini nero. Guarda che stivali!


    casa, immobiliare
    motori
    Fiat Panda, regina incontrastata delle auto usate vendute online

    Fiat Panda, regina incontrastata delle auto usate vendute online


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.