A- A+
Esteri
Gaza, Tajani: "Dall'Italia finanziamenti all'Unrwa". E i negoziati...
Gaza

Guerra a Gaza, Tajani: "Dall'Italia ripartono finanziamenti all'Unrwa". Media: "I negoziati riprendono la prossima settimana"

La Corte dell'Aja si è espressa, su richiesta del Sudafrica, ordinando il cessate il fuoco a Gaza e in particolare si è pronunciata per la sospensione dell'offensiva israeliana sulla città di Rafah. Wafa: dieci palestinesi, tra cui bambini  e donne, sono stati uccisi in un attacco aereo israeliano nella città di Beit Hanoun. La premier Giorgia Meloni ha ricevuto a palazzo Chigi  il primo ministro palestinese Mohammad Mustafa, si tratta della prima visita in europa del rappresentante dell'Anp dalla sua recente nomina.

LEGGI ANCHE: Guerra, la Corte dell'Aja ordina a Israele di fermare l'offensiva a Rafah

Media: "I negoziati per una tregua a Gaza e il rilascio degli ostaggi riprenderanno la prossima settimana"

I negoziati per una tregua a Gaza e il rilascio degli ostaggi riprenderanno la prossima settimana. E' quanto hanno concordato il capo della Cia Bill Burns con il direttore del Mossad David Barnea e il premier del Qatar, Mohammed bin Abdulrahman bin Jassim Al Thani, durante un incontro a Parigi. Lo rivela il giornalista israeliano Barak Ravid, precisando che i colloqui verteranno sulla base di nuove proposte promosse dai mediatori, Egitto e Qatar, con il coinvolgimento attivo degli Usa. 

Wafa: "20 morti in attacchi a nord Gaza. Colpita anche una scuola"

Secondo i reporter di Al Jazeera Arabic, che cita fonti mediche palestinesi, uno degli attacchi israeliani ha preso di mira una scuola che ospitava sfollati nel quartiere situato appena a sud di Jabalya. L'agenzia Wafa ha specificato che dieci persone sono morte e  altre 17 sono rimaste ferite a causa di bombardamenti che hanno  colpito una scuola nella zona di Safatwi a Gaza City. Altre dieci  persone - tutti civili - sono morte e diverse sono rimaste ferite in  un raid che ha preso di mira un'abitazione a Beit Hanoun. Oggi il campo di Jabalya è stato preso di mira da un feroce attacco, che ha spinto molte persone a fuggire dalla zona.

Nel frattempo i palestinesi denunciano nuovi raid  israeliani sulla Striscia di Gaza, anche a Rafah, all'indomani della  decisione della Corte internazionale di giustizia di ordinare a  Israele di fermare l'offensiva militare in questa città nel sud della  Striscia. Secondo l'agenzia palestinese Wafa che cita fonti mediche  locali, una persona è morta in un raid aereo sulla città di Rafah e i  caccia israeliani hanno poi colpito un'abitazione nel quartiere di  al-Sabra, a sud di Gaza City, provocando la morte di una donna e il  ferimento di altre persone. Secondo la Wafa, le due vittime sono  civili. 

Media: aiuti da Egitto a Gaza arriveranno tramite Onu

Funzionari egiziani hanno riferito al quotidiano libanese Al-Akhbar, affiliato al gruppo Hezbollah, che nei prossimi giorni l'Egitto trasferirà gli aiuti umanitari alla Striscia di Gaza in modo indiretto: gli aiuti verranno consegnati attraverso le Nazioni Unite a Israele a Kerem Shalom e poi trasferiti a Rafah,  fino a quando non sarà concordato un meccanismo per riaprire il valico di Rafah. Secondo il quotidiano, in questo modo entreranno nella Striscia ogni giorno più di 200 camion e le rotte per il loro movimento saranno assicurate in coordinamento con gli Stati Uniti e l'Onu.

Afp: ripresi gli sforzi per un cessate il fuoco a Gaza

Sono ripresi gli sforzi per il primo cessate il fuoco a Gaza dopo una tregua di una settimana a novembre che ha visto il rilascio di più di 100 ostaggi in cambio di 240 prigionieri palestinesi, detenuti nelle carceri israeliane: lo riferisce l'Afp, citando una fonte occidentale a conoscenza del dossier e spiegando che il direttore della Cia, Bill Burns, dovrebbe incontrare rappresentanti israeliani a Parigi nel tentativo di rilanciare i negoziati. Il presidente francese Emmanuel Macron ha ricevuto ieri il primo ministro del Qatar e i ministri degli Esteri saudita, egiziano e giordano "per premere per un cessate il fuoco", secondo il Cairo. La presidenza francese ha affermato di avere discusso della guerra di Gaza e delle modalità per creare uno Stato palestinese accanto a Israele.

l segretario di Stato americano, Antony Blinken, intanto, ha parlato con il ministro del gabinetto di guerra israeliano Benny Gantz dei nuovi sforzi per raggiungere un cessate il fuoco nella Striscia e riaprire il valico di frontiera di Rafah, ha detto Washington. I colloqui per il cessate il fuoco che hanno coinvolto mediatori statunitensi, egiziani e del Qatar si sono conclusi poco dopo che Israele ha lanciato l'operazione a Rafah, anche se l'ufficio del primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu questa settimana ha affermato che il gabinetto di guerra ha chiesto alla delegazione israeliana "di continuare i negoziati per la restituzione degli ostaggi", secondo quanto riportato dall'agenzia francese.

Tajani: "L'Italia riparte con i finanziamenti all'Unrwa"

La presidente del Consiglio, Giorgia Meloni, ha ricevuto oggi a palazzo Chigi il Primo Ministro palestinese, Mohammed Mustafa, ribadendo il sostegno italiano a tutti gli sforzi in atto per un cessate il fuoco sostenibile, il rilascio di tutti gli ostaggi nelle mani di Hamas e un salto di qualità nell'assistenza umanitaria alla popolazione di Gaza. Prima l'incontro di Mustafa con il ministro degli Esteri italiano Antonio Tajani che ha annunciato che  l'Italia riprenderà i finanziamenti all'Agenzia delle Nazioni Unite per i rifugiati palestinesi (Unrwa).






in evidenza
Perrino: "Pierina personaggio ingombrante. Ecco perchè prende corpo un'altra ipotesi di indagine"

Rai, il direttore di Affaritaliani.it a Ore 14

Perrino: "Pierina personaggio ingombrante. Ecco perchè prende corpo un'altra ipotesi di indagine"


in vetrina
Carrà, in vendita la villa all'Argentario. Prezzo (quasi) accessibile. FOTO

Carrà, in vendita la villa all'Argentario. Prezzo (quasi) accessibile. FOTO


motori
Ford Mustang GTD: potenza estrema e design racing a Le Mans

Ford Mustang GTD: potenza estrema e design racing a Le Mans

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.