A- A+
Esteri
Guantanámo, l'Onu alza il velo sulle vergogne americane
Joe Biden Guantanamo

Guantanámo, l’osservatrice Onu: gli Stati Uniti devono riparare i danni che hanno inflitto alle vittime di tortura

Anche la democrazia non è un pranzo di gala, quando il potere deve sfogare la sua rabbia e governare con la propaganda, la paura e la mancanza di qualsiasi controllo la sua incapacità di gestire la realtà.

I supplizi si sono verificati con certerzza fino a 20 anni fa, durante il programma di tortura post-11 settembre della CIA sui sospetti terroristi. Attenzione, parliamo sempre di sospetti. Peccato che per molti di costoro non c’erano prove che avessero commesso dei crimini, erano solo nel posto sbagliato al momento sbagliato. Ad almeno 119 uomini sono stati inflitti metodi di tortura, noti come "tecniche di interrogatorio potenziate”. Si ritiene che circa 800 individui siano passati da Guatanamo. Solo per qualche decina di loro è stato formalizzato un rinvio a giudizio.

LEGGI ANCHE: Zelensky getta bombe sulla Nato: "Assurdi i rinvii sull'ingresso ucraino"

L’interrogatorio potenziato è un sistema di tortura sistematica eseguito da parte della CIA, della Defense Intelligence Agency (DIA) e di vari componenti delle United States Armed Forces nelle varie prigione USA "coperte", come quelle di Bagram, Guantánamo e Abu Ghraib, autorizzato dopo l’approvazione del Patriot Act che permette anche le intercettazione di massa. Le torture hanno procurato lesioni cerebrali traumatiche, disabilità permanenti, disturbi del sonno e tanti altri traumi.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
guantanamoonupatriot actterroristitorturausa





in evidenza
William e Kate, aria di divorzio. Crisi per la malattia della duchessa

Forti tensioni a Palazzo

William e Kate, aria di divorzio. Crisi per la malattia della duchessa


in vetrina
Un racconto sulle assurdità del nazismo: la recensione di Ferrovie del Messico

Un racconto sulle assurdità del nazismo: la recensione di Ferrovie del Messico


motori
My CUPRA App: la ricarica elettrica diventa più semplice

My CUPRA App: la ricarica elettrica diventa più semplice

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.