A- A+
Esteri
Guerra Russia Ucraina, l'interesse nazionale è nella Nato e nella UE. Mai con i nemici della democrazia

Guerra Russia Ucraina, la Nato oggi garantisce la miglior protezione dell’interesse nazionale. Lo hanno capito anche Finlandia e Svezia

Sembra che dopo i dibattiti su tamponi e green pass, la nostra politica oggi si trovi a discutere di politica estera. Il motivo è tanto semplice quando giustificabile; la guerra in atto tra Russia e Ucraina sta modificando in maniera importante gli equilibri mondiali e noi tutti siamo tenuti a prendere una posizione in merito a quello che sta avvenendo.

Un Paese per considerarsi grande dovrebbe adottare una sola politica estera condivisa tra governo e opposizione e, anche se dovrebbe essere ovvio, all’interno del governo. Quello cui stiamo assistendo in Italia è l’assoluto contrario, tra prese di posizione più o meno deplorevoli da parte dei nostri politici sempre in cerca di consensi.

Le critiche delle ultime settimane in merito alle nostre alleanze, come quella per me fondamentale con la Nato, mostrano una grave miopia all’interno delle nostre istituzioni. Pensare di proteggere la nostra patria da soli è utopico. Lo ha dimostrato la pandemia. Solo un intervento congiunto dell’Unione Europea ci ha permesso di andare avanti e di mitigare la crisi economica che ci siamo trovati ancora una volta ad affrontare.

La Nato oggi ci garantisce la miglior protezione dell’interesse nazionale. Lo hanno capito anche Finlandia e Svezia che hanno avanzato le loro richieste di adesione dopo anni di tentennamenti. È ingiustificabile che una certa parte della nostra classe politica metta in dubbio questa fondamentale alleanza che da sempre è volta a garantire la nostra libertà.

È nell’interesse nazionale dei Paesi democratici promuovere la democrazia, schierarsi fermamente contro ogni regime autoritario e affermare chiaramente che la libertà è il valore più importante da raggiungere. Per farlo ci servono alleati. Alleati che condividano il nostro pensiero, le nostre tradizioni e i nostri valori. Alleati come gli Stati Uniti, che una certa classe politica continua a dipingere come “cattivi” senza alcuna giustificazione reale. Ma che invece sono gli unici a garantire la democrazia e la libertà.

Queste continue discussioni pseudo-elettorali non fanno altro che minare la nostra posizione a livello globale. Solo i sovranisti disinvolti e superficiali possono credere, illudendosi, che, andando da soli, meglio e più proteggerebbero l’interesse nazionale, della patria. Follia pura. L’Italia ha urgente bisogno di una classe dirigente competente, autorevole e lungimirante. Non è più tempo di populismo, di slogan, di becere promesse e di incompetenza nelle istituzioni. L’Italia e il suo popolo ha urgente necessità di competenza, concretezza e serietà da parte di tutti coloro che rappresentano  le istituzioni.

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    natoue





    in evidenza
    Vittime e carnefici, qualcosa sta cambiando: l'intervento del direttore Perrino su Ore 14

    MediaTech

    Vittime e carnefici, qualcosa sta cambiando: l'intervento del direttore Perrino su Ore 14

    
    in vetrina
    A Milano apre Avani Palazzo Moscova: un nuovo hotel "illumina" Porta Nuova

    A Milano apre Avani Palazzo Moscova: un nuovo hotel "illumina" Porta Nuova


    motori
    Opel Corsa Electric Yes in edizione speciale, l' elettrica in stile sportivo

    Opel Corsa Electric Yes in edizione speciale, l' elettrica in stile sportivo

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.