A- A+
Esteri
Guerra Ucraina, Corea secondo fronte? Seul al voto, Kim accarezza i missili

Nel mezzo della guerra in Ucraina si alza la tensione nella penisola coreana tra elezioni al Sud e test balistici al Nord

L'ultimo episodio, nelle scorse ore, è stato il sequestro di un peschereccio che ha violato il confine marittimo tra la parte settentrionale e quella meridionale della penisola. Insieme al peschereccio ci sarebbe stata anche una nave militare di pattuglia, allontanata con spari di avvertimento. Ma nelle ultime settimane gli episodi da raccontare sono stati parecchi, nella storica disputa tra Corea del Nord e Corea del Sud che sta vivendo un momento di particolare tensione in una congiuntura a dir poco delicata della geopolitica globale. Mentre continua la guerra in Ucraina, c'è anche chi si chiede se proprio in Estremo Oriente possa aprirsi un secondo fronte. Ma andiamo con ordine.

Mercoledì 9 marzo si svolgono le attesissime, incertissime e quantomai cruciali elezioni presidenziali in Corea del Sud. A Seul il presidente ha a disposizione un solo mandato e dunque il democratico Moon Jae-in non si può ripresentare. Al suo posto c'è Lee Jae-myung, autodichiaratosi il "Bernie Sanders coreano". Dall'altra parte il conservatore Yoon-Suk-yeol, ex procuratore con fama di incorruttibile. Ed è una cosa che conta, in un paese nel quale spesso e volentieri gli ex presidenti finiscono dietro le sbarre o comunque hanno problemi con la giustizia, in particolare per corruzione.

Elezioni Corea del Sud: cosa cambia se vincono i democratici o i conservatori

Non si tratta di un voto dai semplici riflessi interni. Tradizionalmente, i democratici sono a favore del dialogo con Pyongyang, mentre i conservatori hanno una linea più dura. Ciò si rispecchia a livello interno su una maggiore tensione con la Corea del Nord e un posizionamento più vicino agli Stati Uniti su quello geopolitico. Coi democratici, invece, la Corea del Sud cerca sempre di trovare una terza via di semi equidistanza tra Pechino e Washington. 

Per questo, le due grandi potenze osservano con attenzione. Yoon si è spinto fino a ipotizzare l'installazione di altri sistemi Thaad, i sofisticati missili Usa sistemati nel sud del paese come deterrenza verso il Nord che nel 2017 portarono a una crisi diplomatica senza precedenti con la Cina, visto che la copertura del sistema made in Usa arrivava fino alla capitale della Repubblica Popolare. Non solo. I conservatori promettono, in caso di vittoria, di dare nuova vita alle balbettanti (a dir poco) relazioni con il Giappone, per la gioia di Joe Biden e lo scorno di Xi Jinping.

(Continua nella pagina seguente con le pressioni della Corea del Nord)

Commenti
    Tags:
    corea del nordcorea del sudcrisi ucrainaguerra ucrainakim jong unterza guerra mondiale





    in evidenza
    Chiara Ferragni da Fazio: "Travolta dall'odio social. Con Fedez vera crisi, ma..."

    L'intervista sul Nove

    Chiara Ferragni da Fazio: "Travolta dall'odio social. Con Fedez vera crisi, ma..."

    
    in vetrina
    Chiara Ferragni da Fazio: i meme più divertenti sull'intervista

    Chiara Ferragni da Fazio: i meme più divertenti sull'intervista


    motori
    RAM Trucks & Pol Tarrés: avventure "Boundless"

    RAM Trucks & Pol Tarrés: avventure "Boundless"

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.