A- A+
Esteri
Russia, addio alla stazione spaziale: "Ce ne faremo una nostra"
Aerospazio3 (1)

La Russia lascia la Stazione Spaziale Internazionale, simbolo del disgelo

La Russia intende ritirarsi dal progetto della Stazione Spaziale internazionale (Iss) nel 2024. Lo ha annunciato il nuovo capo dell'agenzia spaziale Roscosmos, Yuri Borisov, durante un incontro con il presidente russo Vladimir Putin. "Naturalmente rispetteremo i nostri impegni, ma la decisione di uscire dal progetto dopo il 2024 è stata presa", ha detto, specificando che per quella data dovrebbe essere iniziata la costruzione di una stazione spaziale russa.

Il precedente capo di Roscosmos, Dmitry Rogozin, ha più volte messo in discussione la cooperazione spaziale con gli Usa alla luce della guerra in Ucraina. E non aveva neanche escluso la possibilità di staccare il modulo russo dall'Iss per continuare ad operare in modo indipendente, suggerendo anche il possibile uso della stazione per monitoraggio di natura militare.

Robyn Gatens, direttore dell'Iss per la Nasa, ha fatto sapere che l'agenzia "non ha ricevuto nulla di ufficiale sulla notizia comunicata" e ha aggiunto che la Russia, proprio come gli Usa, "sta pensando alla transizione" verso il futuro, che potrebbe implicare lo sviluppo di strutture diverse dalla Stazione spaziale. Non è quindi detto che la decisione di Roscosmos sia un nuovo passaggio delle crescenti tensioni fra Mosca e Washington nel contesto dell'offensiva russa in Ucraina, lanciata a partire dallo scorso 24 febbraio. La costruzione Iss, che orbita a un'altitudine compresa fra i 330 e i 410 chilometri orari, è iniziata nel 1998. La struttura ospita personale umano dal novembre 2000 ed è ritenuta un esempio riuscito di cooperazione russo-americana post Guerra fredda. 

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    russiastazione spaziale





    in evidenza
    Elodie-Annalisa per reggere l'urto del post-Amadeus. E poi...

    Carlo Conti a Sanremo

    Elodie-Annalisa per reggere l'urto del post-Amadeus. E poi...

    
    in vetrina
    Milano, inaugurato il primo murale in Italia dello street artist Obey

    Milano, inaugurato il primo murale in Italia dello street artist Obey


    motori
    Jeep svela Avenger 4xe a trazione integrale, avventura e innovazione nel B-SUV

    Jeep svela Avenger 4xe a trazione integrale, avventura e innovazione nel B-SUV

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.