A- A+
Esteri
Sarkozy: tasse, pensioni e lavoro. Ecco il suo programma per l'Eliseo

"Ho deciso di essere candidato per le elezioni presidenziali del 2017. La Francia esige che le si dia tutto. Ho sentito di avere le forze per combattere questa battaglia in un momento così tormentato della nostra storia": attraverso le pagine del suo nuovo libro, ’Tout pour la France’, l’ex presidente Nicolas Sarkozy ha sciolto la riserva e ha annunciato ufficialmente la sua candidatura all’Eliseo nel 2017. C’è da battere il grande rivale Alain Juppé, fondatore e presidente dell’UMP, che per Paddy Power è favorito a 2,40, con Sarkozy che, riferisce Agipronews, insegue a 3,75. Terzo posto in lavagna per la leader del Front National Marine Le Pen a 6,00, davanti all’attuale presidente Francois Hollande a 8 volte la scommessa e al premier Manuel Valls a 15 volte la posta.

SARKOZY: IL PRIMO PUNTO E' TAGLIARE LE TASSE ALLE IMPRESE

Nicolas Sarkozy torna in campo e si candida nuovamente all'Eliseo. Ma qual è il suo programma economico? Primo punto: favorire le imprese con la riduzione della pressione fiscale. Lo rivela lo stesso Sarko nel suo libro "Tutto per la Francia". L’ex presidente ha pubblicato il libro Tout pour la France, in cui spiega le ragioni della sua scelta e anticipa parte del suo programma elettorale: secondo Sarkozy le sfide principali saranno difendere l’identità francese, recuperare competitività e rafforzare i poteri del governo.

LICENZIAMENTI PIU' FACILI E NIENTE 35 ORE DI LAVORO SETTIMANALI

"Qualsiasi politica economica deve essere concentrate a favore delle imprese perché sono loro che creano posti di lavoro". Un esempio? "Esenzione fiscale totale quando viene applicato il salario minimo". Sarkozy ha infatti affermato che il punto focale della politica francese dei prossimi anni dovrà essere per forza di cose quello che concerne le imprese. Ed è lì che Sarkò affila le armi, proponendo licenziamenti più facili e giustificabili con la "riorganizzazione aziendale". Inoltre, l'ex presidente vorrebbe abolire l'orario di lavoro di 35 ore settimanali, ritenuto "un clamoroso errore", e dare libertà nella contrattazione di stabilire il monte orario. 

RIFORMA DI SCHENGEN

L'ex presidente francese Nicolas Sarkozy ha anche promesso che, se le elezioni del prossimo anno lo riporteranno all'Eliseo, riformerà l'accordo di Schengen per impedire la libera circolazione degli extracomunitari nell'Unione europea. Lo ha detto alla stampa, alla vigilia della pubblicazione del suo programma 'Tout pour la France' (Tutto per la Francia), in cui conferma l'intenzione di "ridurre drasticamente" il numero di immigrati nel suo Paese. Dopo aver formalizzato la candidatura, Sarkozy insiste sul fatto che "proporrà uno Schengen II che riaffermi il principio di libera circolazione nell'Unione per i cittadini comunitari, ma non per gli extracomunitari".

Tags:
sarkozy programma economico
in evidenza
Messi il Re Mida del calcio 110 milioni per tre anni al PSG

Neymar superato da Leo

Messi il Re Mida del calcio
110 milioni per tre anni al PSG

i più visti
in vetrina
Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi

Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi


casa, immobiliare
motori
SEAT MÓ eScooter 125: il primo motociclo elettrico della Casa di Barcellona

SEAT MÓ eScooter 125: il primo motociclo elettrico della Casa di Barcellona


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.