A- A+
Esteri
È scontro tra Francia e Italia sulla questione migranti

È scontro tra Francia e Italia sul mancato "rispetto degli impegni presi in Ue" di Roma riguardo ai migranti

Gérald Darmanin, il ministro dell'Interno francese, ha annunciato al termine del Consiglio dei ministri che il porto di Tolone accoglierà, venerdì, la nave umanitaria Ocean Viking e i 234 migranti soccorsi durante la traversata del Mediterraneo, in via eccezionale: "Su richiesta del Presidente della Repubblica, è a titolo eccezionale che accogliamo questa nave, tenuto conto dei 15 giorni di attesa in mare che le autorità italiane hanno fatto subire ai passeggeri". Con queste parole Darmanin ha spiegato al consiglio dei ministri perchè la nave Ocean Viking potrà approdare domani nel porto di Tolone, nella regione francese del Var.  

Un terzo dei passeggeri sarà “ricollocato” in Francia e un terzo in Germania, mentre i migranti "non coperti dal diritto di soggiorno e asilo saranno soggetti a misure di allontanamento senza indugio", ha aggiunto.

La Francia, ha aggiunto Darmanin, "trarrà le sue conseguenze" del rifiuto italiano di lasciar attraccare la nave, prenderà provvedimenti contro il governo italiano e vuole che l'Unione europea faccia lo stesso.     

"Il governo italiano è quello che perde", ha aggiunto in conferenza stampa il ministro, avvertendo che "ci saranno conseguenze estremamente forti nelle relazioni bilaterali" e nei rapporti dell'Italia con l'Ue.   

Da subito la Francia rafforzerà i controlli alle frontiere con l'Italia e non accoglierà i migranti che sbarcano in Italia soccorsi dalle navi umanitarie, contrariamente a quanto aveva accettato nell'accordo di redistribuzione che era stato raggiunto con l'Ue.

Per rappresaglia contro l'Italia, la Francia ha infatti sospeso il trasferimento e l'accoglienza prevista per 3.500 rifugiati attualmente in Italia. 

Il ministro dell'Interno Gérald Darmanin ha denunciato anche la mancanza di "umanità" in Italia, mentre tra i 234 migranti soccorsi nel Mediterraneo ci sono 57 bambini e circa 20 malati.

Giovedì scorso, la Segreteria generale per il Mare aveva annunciato l'evacuazione medica di tre migranti che si trovavano sull'imbarcazione. Secondo SOS Méditerranée, che noleggia la nave, la Ocean Viking avrebbe chiesto l'evacuazione dei tre passeggeri, che "si trovano in gravi condizioni di salute e necessitano di cure ospedaliere".

Uno dei pazienti è instabile e non risponde alle cure a bordo dal 27 ottobre. Gli altri due hanno riportato ferite in Libia che, a causa del lungo periodo di trattamento, ora rischiano di avere conseguenze negative a lungo termine", ha detto un portavoce di SOS Méditerranée.

L'Ong ha inviato la sua richiesta alle autorità francesi attraverso i Centri operativi regionali di sorveglianza e soccorso (Cross), e questa richiesta è stata "presa in considerazione". L'evacuazione "sarà effettuata sotto la direzione operativa dell'Ammiraglio Prefetto Marittimo del Mediterraneo", ha confermato la Segreteria Generale per il Mare. La nave si trova ora al largo di Aleria, in Corsica.

A fine mattinata sono iniziate le operazioni di soccorso: un elicottero dell'Aeronautica Militare con a bordo un'équipe medica è decollato intorno alle 11.00 dalla base di Solenzara in Corsica per prelevare i pazienti che "dovrebbero essere evacuati all'ospedale di Bastia", precisa il capitano Pierre-Louis Josselin, portavoce della prefettura marittima.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
esterofranciaitaliamigrantiscontro





in evidenza
Il "Gioco dell'oca" diventa leghista C'è la casella Stop utero in affitto

Europee/ L'idea di Lancini

Il "Gioco dell'oca" diventa leghista
C'è la casella Stop utero in affitto


in vetrina
Meteo, in arrivo un intenso peggioramento. Pioggia e freddo: ecco dove

Meteo, in arrivo un intenso peggioramento. Pioggia e freddo: ecco dove


motori
Vespa World Days 2024: oltre 30mila vespisti convergono a Pontedera

Vespa World Days 2024: oltre 30mila vespisti convergono a Pontedera

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.